Installare freni idraulici Ultegra R8070

Installare disco e pinza anteriori Ultegra R8070

Tempo di lettura: 8 minuti

Installare disco e pinza anteriori Ultegra R8070

Partiamo col montare il disco freno Shimano SM-RT800.  

Useremo sia quello da 140 che 160 mm, perché a seconda del diametro la pinza avrà installazione differente.

Ma il disco a tecnologia Center Lock va sul mozzo in identico modo.

Ovviamente richiede un mozzo predisposto Center Lock, come questo delle ruote Shimano RS770.

Esistono adattatori per convertire un mozzo Center Lock in sei fori, ne ho parlato sul blog. Ma qui a noi non interessano, lavoriamo su questo materiale.

Come abbiamo visto sopra, sul mozzo è presente una ghiera; analoga lavorazione, ovviamente inversa, è presente sul disco.

Inseriamo il disco.

Non serve usare grasso, nemmeno con funzione protettiva; se la bici è destinata a prendere acqua spesso, giusto una passata da paraffina solida. NON usare olio, come purtroppo ho visto fare: cola, contamina disco e pastiglie, un macello…

Spingiamo a battuta.

La Center Lock è’ una lavorazione più costosa di quella sei fori, serve precisione assoluta; ma ne guadagnano la rigidità (sforzo meglio ripartito) e, cosa gradita, si riducono i tempi di montaggio.

Già, perché invece delle sei viti Torx da serrare con cura (incrociando, sempre) qui abbiamo una sola ghiera da avvitare. Che poi facilità e velocità di installazione sono bandiera di casa Shimano…

Questa ghiera è del tipo con scanalature di presa per l’attrezzo poste all’interno, come quella che usiamo per la cassetta pignoni. 

E infatti per stringere usiamo identica chiave.

Sulle Mtb di solito c’è ghiera a denti esterni e si usa la stessa chiave delle calotte movimento Shimano “piccole”; questo perché i mozzi hanno TA più largo.

Portiamo il tutto alla coppia di serraggio indicata sulla ghiera e abbiamo finito.

Che sia disco da 140 o 160 mm, la procedura è identica.

Non quella dell’installazione delle pinze flat mount però.

Flat mount, letteralmente montaggio piatto: e l’immagine in basso, col dettaglio degli attacchi alla forcella, chiarisce la definizione.

Che si scelga disco da 140 o da 160, la pinza anteriore Shimano BR-R8070F (la F finale contrassegna l’anteriore) non deve mai essere fissata direttamente alla forcella.

Si usa una piastra sagomata; identica per ambedue le misure di dischi, cambia però il suo verso di installazione.

Partiamo dall’ipotesi rotore da 140.

Avvitiamo le due brugole in dotazione (chiave da 4) prestando cura a tre cose:

a) La scritta con la dicitura 140 sia davanti a noi e la freccia punti in alto

b) Mai avvitare completamente una vite e poi passare alla successiva; no, si avvita poco alla volta prima l’una o poi l’altra, fino a portarle quasi a battuta.

c) Non stringere le brugole in modo definitivo; quando avremo finito tutto l’impianto servirà comunque allentarle per centrare la pinza sul disco (le asole sulla piastra sono ovali per questo scopo). Quindi non ha senso stringere adesso, anche perché meno si “gioca” con le viti freno, meglio è.

Fatto, meno male che ho letto queste istruzioni così non ho sbagliato 😀

Che fare se invece all’anteriore preferiamo rotore da 160?

Semplice, giriamo la piastra.

Per farlo, lapalissiano, dobbiamo dividerla dalla pinza freno a cui è solidale grazie a una coppia di brugole.

Sono brugole particolari, specifiche. Ne vedremo una smontata. 

Non subito, perché prima c’è da rimuovere la coppiglia di sicurezza che obbliga in sede la brugola inferiore.

Con un bulino o una punta sottile solleviamo l’estremità esterna della coppiglia, quella che dopo l’installazione è uso ripiegare; altrimenti la coppiglia servirebbe quasi a nulla…

Spingiamola premendo sulla zona appena raddrizzata; quando è fuoriuscita abbastanza, sfiliamo via con una pinza.

Ora abbiamo la sede della coppiglia libera.

Procediamo a svitare la coppia di brugole, chiave da quattro.

Questa in dettaglio è la brugola bassa, quella che aveva la coppiglia: vedete l’estremità lavorata proprio per accoglierla?

Anche l’altra è identica, seppure non usi coppiglia. Svitiamola, liberiamo così la pinza dalla piastrina e rimontiamo questa in senso inverso. Scritta quindi con dicitura 160 dal lato esterno e freccia sempre a puntare in alto.

Vale sempre discorso che quando si uniscono due elementi con viti in parallelo, queste vanno serrate alternativamente poco alla volta. Mai una tutta a battuta e poi la successiva. 

Viti in sede, se prima abbiamo dato una passata di frenafiletti blu è buona cosa. Quello presente in origine l’abbiamo in pratica rimosso con questa operazione.

Fissiamo adesso il tutto alla forcella: ve l’ho detto di alternare il serraggio? Ok, ok…

Prima di serrare assicurarsi che il verso sia giusto.

Bene, pinza con staffa per rotore da 160 mm in posizione.

Devo dire che una volta montato il connubio pinza flat e disco Ice Technologies fa la sua bella figura, perfino su questa zucca.

A questo link l’esploso di pinza e disco freno.

Inutile, già detto sopra ma ripetere giova, serrare le brugole alla stretta finale. Ci sarà da centrare la pinza al termine dei lavori.

Questo per quanto riguarda disco e pinza anteriori. 

Dietro le cose cambiano. Voltiamo pagina e scopriamolo insieme.

Commenta anche tu!