[Officina] Installare deragliatore e cambio

Tempo di lettura: 4 minuti

Continua il viaggio verso l’installazione di cambio e deragliatore. Dopo una panoramica dei tipi di comando più diffusi, adesso vedremo come montare al telaio questi altri due componenti della trasmissione.

Anche questo articolo necessitava una revisione, sia per le immagini (ora sono tutte nuove) che nel testo.

Dalla sua prima stesura, quella riportata nella data in alto, sono arrivate troppe novità perché queste istruzioni potessero ritenersi sempre valide. 

Penso al sistema Yaw di Sram, che ha una procedura tutta sua (e un articolo dedicato nella sezione Officina), penso alla differente procedura per molti deragliatori Shimano (anche loro coi loro articoli dedicati) e quindi differenze ci sono.

A cosa serve allora questo articolo? Diciamo che in linea di massima vale per tutti i deragliatori con comandi non indicizzati, per molti a comandi indicizzati e, almeno per montaggio e prima regolazione, quasi tutti i cambi sul mercato.

Insomma, una bella fetta resta comunque coperta, e penso anche ai tanti che in questi mesi stanno rimettendo in strada vecchie bici.

E poi alcune regole valgono (quasi) sempre, per esempio la distanza della gabbia deragliatore dalla corona esterna o quella delle pulegge cambio dal pignone inferiore.

Ho ricreato le immagini, quelle presenti prima anche modificandole non rendevano giustizia. Del resto questo articolo vide la sua prima stesura molti anni fa, un blog tutto diverso.

Non ho più il materiale che usai all’epoca, quindi ricorro a componenti più moderni.

In questo caso sfrutterò cambio e deragliatore Campagnole Veloce 10v, perché sono componenti che non pretendono passaggi tipici, ossia manovre solo per loro; come per esempio un deragliatore Sram Yaw.

Altri modelli di altre marche o della stessa Campagnolo possono volere passaggi tipici, quindi una occhiata ai manuali dei produttori va sempre data.

Questo articolo va quindi inteso come guida generale, esaminare ogni modello sul mercato mi è impossibile.

Inoltre do per scontato che chiunque si cimenti in questo lavoro lo faccia con cambio e deragliatore giusti per la propria trasmissione, qui interessa solo vedere come montarli non come sceglierli.

La mancanza della catena in questa fase non è, appunto, una mancanza: quella si monta alla fine, quando sarà il momento di regolare il tutto.

Iniziamo dal deragliatore, che sappiamo può essere del tipo a saldare o a fascetta.

Voltiamo pagina e vediamo le differenze.


Tutti gli articoli della sezione Tecnica e Officina

———————————————————–

COMMENTS

  • clau

    Non ho ancora terminato la lettura ma ti faccio i miei complimenti. Tutto chiaro. Terminerò questa sera.
    Bello il passaggio sulla lunghezza delle guaine in zona sterzo: rende bene le fisime di chi è, visceralmente, innamorato del mezzo “bicicletta”. Particolari che i più non immaginano ne concepiscono.
    Grazie ancora.

    • Ciao Claudio, sai che non ritengo la bici un mezzo di trasporto (orrore!) e che deve essere bella quando pedali ma pure quando è ferma.
      Tanti i componenti e le parti, curarne i dettagli significa creare un insieme armonico dove nulla è preponderante rispetto ad altro ma tutto concorre a una idea, personale, di bellezza.
      Forse esagero, ma curo anche la clampatura dei capifilo, due pressioni angolate e a uguale distanza. Ho modificato apposta una piccola tronchese. Qualcuno lo noterà mai? Dubito, ma io so che c’è, le vedo e mi piacciono.
      E tanto mi basta perché ogni cosa che faccio la faccio per mio piacere, non perché devo mostrare qualcosa a qualcuno.
      Le guaine, soprattutto se completamente esterne, possono rivestire un ruolo estetico se ben curate, come tutto sulla bici. In fin dei conti uso con piacere quei minuti in più durante l’assemblaggio per godermi poi meglio la bici nel tempo.
      Buon prosieguo di lettura, ho meglio specificato la procedura per la sostituzione dei cavetti su telai a passaggio interno, mi è stato fatto notare che lì sono stato frettoloso, dando per scontato che fosse sistema a conoscenza di tutti.

      Fabio

Commenta anche tu!