Manutenzione ruota libera Mavic mozzi QRM+

Tempo di lettura: 6 minuti

Breve articolo per illustrare come prendersi cura dei mozzi Mavic Qrm+.

L’occasione di questo articolo nasce da una coppia di Mavic Cosmic Carbone SL piuttosto vecchiotte e malconce che sono passate dalla mia microfficina per una revisione.

Ma nel titolo ho preferito mantenermi generico perché questi mozzi sono installati, seppur con qualche differenza, anche su altre ruote della casa francese. 

Che io ricordi dovrebbero essere: 

• iO
• Comete strada e pista
• Cosmic Carbone SL
• Ksyrium SL
• Ksyrium Elite
• Crossmax SL e SL Disco
• Crossmax XL e XL Disco
• Deemax UST

Non fatevi ingannare dal nome, per interpretare questo elenco bisogna far riferimento all’anno, che nel nostro caso è il 2006/2007. Cioè l’età della Cosmic Carbone SL che fanno da modelle per questo articolo.

Metto in conto una mia sbadataggine nel compilare l’elenco, quindi se avete voi altri modelli da aggiungere alla lista, ben venga ogni suggerimento.

Non sono mozzi e ruote recentissimi e proprio per questo ho pensato valesse la pena scriverne: chi le usa potrebbe trovarsi nella necessità di dargli una rinfrescata.

Rinfrescata che si traduce nella lubrificazione del corpetto ruota libera e una registrata ai mozzi.

Mozzi che girano su cuscinetti sigillati, quindi in caso di necessità andranno sostituiti. Come fare però non lo vedremo perché è intervento che la casa madre impone di fare in assistenza. 

Imposizione aggirabile, ci mancherebbe. Però alla fine lo vedo poco proficuo. La sostituzione dei cuscinetti, cinque per due mozzi, richiede un estrattore a stantuffo (o spinta che dir si voglia) per cuscinetti interni, un simpatico attrezzo ma che costicchia abbastanza; e poi una pressa con elementi di spinta a misura, altro attrezzo assai simpatico ma che si vende in kit con elementi di differenti diametri per coprire ampio range e nemmeno lui è regalato. Insomma, a prenderli buoni siamo sui 350/400 euro complessivi, una spesa ingiustificata per una sostituzione una tantum.

Ed è soprattutto per questo motivo che evito di trattare queste operazioni. La sezione Officina è dedicata ai ciclisti, non alle officine, quindi meglio concentrarsi su ciò che possiamo fare con la nostra attrezzatura da officina domestica. 

La regolazione periodica del gioco invece possiamo eseguirla noi. Sono mozzi a tecnologia QRM+, ossia con ghiera di compressione sui cuscinetti stessi.

E’ tecnicamente semplicissimo, basta l’attrezzo specifico Mavic, di solito fornito con le ruote e comunque acquistabile a pochissimo; o in alternativa (come farò io) una normale pinza per anelli seeger. E due chiavi a brugola. E nemmeno queste ultime se, come suggerisce Mavic, la regolazione viene eseguita a ruote montate sul telaio. Io però mi sono sempre trovato meglio a regolare le ghiere a ruote smontate, ho bisogno di “sentire” i cuscinetti girare sotto le mie dita.

Anche la lubrificazione del corpetto ruota libera è operazione alla portata di chiunque, molto semplice nell’esecuzione. Però tutto è semplice quando già conosci la soluzione e poiché quasi ogni mozzo ha una sua procedura per rimuovere il corpetto, ecco che sapere come agire è importante.

Nessuna attrezzatura particolare: due chiavi a brugola, sgrassante, olio denso e una pinza sottile. E della pinza si può fare a meno. Insomma, quello che già c’è in ogni comune cassetta degli attrezzi domestica.

Pure questo articolo seguirà la recente struttura che prevede singoli brevi paragrafi, testo e foto a illustrare e video per rendere il tutto ancor più chiaro.

Lo scopo di questi articoli è mettere chiunque non abbia mai lavorato sulla propria bici in condizioni di farlo. Anche in operazioni che non prenderebbe nemmeno in considerazione per timore di far danni.

Per questo li scrivo cercando di fornire ogni informazione possibile, senza mai dare per scontato che siano nozioni già conosciute. Per molti sicuramente lo sono, per altri no. E del resto, lapalissiano, prima di conoscere una cosa non la conoscevamo 😀

Non mi dilungo oltre, voltiamo pagina e iniziamo a lavorare sul corpetto ruota libera.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

COMMENTS

  • Hai fatto bene a scrivere della manutenzione di questi mozzi: Seppur vecchie, sono ruote (e mozzi) molto diffusi e alcuni concetti valgono anche per l’attuale produzione. Non ho verificato ma anche le mie Mavic Ksirium dovrebbero essere fatte così.
    Una sola domanda: riumuovere lo schermo dei cuscinetti e applicare nuovo grasso non era fattibile?

    Daniele

    • Elessarbicycle

      Ciao Daniele, era fattibile ma inutile in questo caso. I cuscinetti, diversamente dalla ruota, sono piuttosto recenti e scorrono bene.
      Non è un articolo pianificato questo ma nato dall’occasione, quindi mi sono mantenuto sul necessario visto che non sono ruote mie.

      Fabio

Commenta anche tu!