Shimano Tiagra 4700, presentazione

Deragliatori Shimano Tiagra 4700

Tempo di lettura: 7 minuti

Deragliatori Shimano Tiagra 4700

Anche qui al plurale, perchè anche se io ne userò per le prove su strada una sola versione, ce ne sono a catalogo diverse.

Abbiamo infatti quattro versioni, divise equamente tra quelle dedicate alla doppia e quelle dedicate alla tripla. Tra loro, nella coppia, cambia solo il sistema di fissaggio che può essere a saldare oppure a fascetta integrata.

I rispettivi codici sono:

FD-4700-F per il deragliatore da doppia a saldare

FD-4700-B per il deragliatore da doppia a fascetta

FD-4703-F per ilderagliatore da tripla a saldare

FD-4703-B per il deragliatore da tripla a fascetta

I dati tecnici ci informano che il deragliatore per doppia (sia a saldare che a fascetta) è a tiraggio dal basso, ha linea catena da 43,5, supporta 10 pignoni, ha capacità totale di 16T (T cioè tooth, denti) e può gestire sino alla 52-36; cioè appunto i 16T, valore che nel caso del deragliatore si calcola sottraendo tra corona maggiore e minore.

Importante ricordare che quando si parla di capacità totale si intende quella massima. Cioè non più di 16 ma è possibile tranquillamente scendere.

Per esempio 52meno36, 50meno34 dove abbiamo appunto 16T, quindi siamo al massimo della capacità.

Oppure 48meno34, che ci da 14T di differenza, ossia entro la capacità massima. 

Tradotto a fini pratici, significa poter montare una guarnitura 48-32, come ne stanno presentando diverse. Ok, Shimano non la tiene e questo è articolo su componenti della azienda nipponica, quindi potrebbe non essere corretto scriverlo. Però visto che in ambito gravel e turistico il Tiagra 4700 ha mostrato ottime doti, sappiamo che è possibile personalizzarlo nella rapportatura anche sfruttando componenti terzi. Che è sempre una buona notizia.

Andiamo avanti.  

Questo è un deragliatore per doppia a saldare.

Il braccio di leva, quello a cui si collega il cavo, ha lunghezza e geometria tali da garantire una dolcezza di funzionamento esemplare.

Rispetto a quelli della serie da 105 a salire manca la gestione semplificata della tensione cavo. E basta, perché poi la tecnologia è sempre quella semplice e proprio per questo raffinata di casa Shimano. Mai imbattutto in un loro deragliatore che desse problemi, se ben montato e regolato.

Una specificazione rivolta a chi si affaccia solo adesso al ciclismo.

La definizione “a saldare” non significa che effettivamente il deragliatore debba essere saldato al telaio: solo che andrà fissato alla piastrina solidale al telaio.

In dettaglio la zona di attacco.

La definizione a saldare è rimasta per tradizione, quando le piastrine erano effettivamente saldate al telaio; poi l’avvento dei telai in composito, dove la piastrina è avvitata o rivettata avrebbe potuto far cambiare classificazione. Ma sarebbe stata inutile confusione, che già ne abbiamo troppa tra gli standard del ciclismo…

Nulla impedisce di installare un deragliatore a saldare su telai non predisposti, sfruttando una fascetta dedicata Shimano o aftermarket. Che è da sempre la mia soluzione preferita, perché un deragliatore a saldare lo monti ovunque semplicemente cambiando fascetta, uno che l’abbia integrata no, a meno di non avere l’altro telaio identico diametro.

Anche se manca la gestione semplificata della tensione cavo, Shimano non si è fatta mancare una chicca; su questo Tiagra come su altri deragliatori della casa.

E’ la geoemetria regolabile su due posizione del passaggio cavo, per offrire la linea più vantaggiosa.

Regolazione semplice ma, ahimé, troppo spesso trascurata.

Abbiamo infatti questo piccolo pin sporgente, regolabile su due posizioni, che funge da guida per il cavo.

Ma come fare per stabilire la posizione? Grazie a questo piccolo attrezzo fornito da Shimano, di solito insieme al deragliatore. Codice TL-FD68

Ha un chiodino da inserire lì dove c’è la brugola di fissaggio cavo e un altro da inserire in apposito forellino presente sul braccio deragliatore. Si sovrappone il cavo e a seconda di dove passa si regola il pin di conseguenza.

Però questo articolo è solo di presentazione del gruppo Shimano Tiagra 4700, non è “Officina”; ma pubblicherò le istruzioni complete, perchè troppi si lamentano del funzionamento senza accettare che hanno sbagliato due passaggi: la corretta strada per il cavo e soprattutto la posizione del comando quando fissiamo il cavo.

Sulla parte superiore i tradizionali registri per la regolazione dei fine corsa, molto sensibili.

E poi la piccola brugola antirotazione (con piastrina adesiva fornita di serie, abbiamo visto la sua funzione sia nella serie di articoli sull’Ultegra che sul GRX), visibile in basso sia nel suo ingaggio che nel suo far capolino sul retro.

Eccovi gli esplosi

Deragliatore Tiagra FD-4700

Deragliatore Tiagra FD-4703

Ora dedichiamoci al cambio.

COMMENTS

  • <cite class="fn">vinicio bonometto</cite>

    Caspita non pensavo si potesse optare per un movimento centrale filettato ITA di categoria superiore. Altrimenti l’avrei fatto. Il suo dedicato l’ho trovato e installato con difficoltà per la sua propensione ad essere un oggetto a me parso deboluccio e troppo plastificato. Comunque a parte questo concordo con la guarnitura Tiagra, mi ci trovo molto bene.

  • <cite class="fn">Riccardo</cite>

    Ciao, complimenti per la recensione: la Mia Giant Toughroad monta il tiagra ma con guarnitura FSA 48-32.
    Secondo te sarebbe possibile montare guarnitura originale Tiagra 50-34?
    Grazie

    • <cite class="fn">Elessarbicycle</cite>

      Ciao Riccardo, mi ricordavo avesse il Sora; vabbè, meglio il pignone in più 😀
      Si, puoi montare senza problemi, ma non so che versione di guarnitura FSA hai e quindi se compatibile col movimento che monti. Nel caso di incompatibilità dovrai cambiare pure lui, poca cosa perché costa poco.

      Fabio

  • <cite class="fn">Vincenzo</cite>

    Ciao, è possibile montare una guarnitura FSA oppure GRX 46/30 su una cube nuroad che monta il tiagra 50/34? Sarebbe utile avere a disposizione una doppia guarnitura per un doppio utilizzo.

    • <cite class="fn">Elessarbicycle</cite>

      Ciao Vincenzo, come già ampiamente spiegato in tanti articoli e commenti, la guarnitura GRX ha linea catena superiore di 2,5mm rispetto ai gruppi strada. Quindi per poterla usare efficacemente serve montare anche il suo deragliatore.
      Fsa invece ha linea catena identica, quindi funziona anche col deragliatore Tiagra; ma ti servirà immagino suo movimento, anche se non so quale perché non so che guarnitura esattamente vorresti montare.

      Fabio

Commenta anche tu!