Santini Impact e Classe

Come sono fatti i guanti Classe

Tempo di lettura: 10 minuti

Come sono fatti i guanti Classe

Leggeri guanti estivi, che riprendono sul dorso il tessuto melange della maglia, creando il perfetto pendant.

Il colore effettivo è più chiaro di quanto appaia nelle immagini in alto, prelevate dal sito ufficiale; e si intona benissimo con la maglia.

Ma certamente non è solo estetica questo guanto Classe: è un capo tecnico, grazioso quanto si vuole ma dobbiamo anzitutto capire se è costruito per accompagnarci sui pedali.

Pure questo è quesito ipotetico, quando mi trovo a recensire prodotti di aziende al vertice ho tra le mani, nel vero senso della parola, quanto di meglio si possa trovare.

Guanti sportivi, pure troppo se vogliamo. Infatti, come tradizione per il marchio, il polsino è del tipo chiuso. Il ché rende meno agevole infilarli e sfilarli ma in cambio offre perfetta tenuta e leggerezza.

Tessuto melange per il dorso, fresco e leggero.

Stringendo il pugno si nota meglio.

Palmo con imbottitura antishock, contenuta in cuscinetti ben sagomati.

Una pratica linguetta al polso aiuta a infilarli.

Sul palmo, tra medio e anulare ne abbiamo una altra per facilitare la rimozione.

L’arco tra pollice e indice prevede un ulteriore rinforzo antiscivolo, che non crea fastidiose pieghe impugnando il manubrio.

Non manca la zona sull’esterno del pollice e fino al polso in tessuto tergisudore.

Molto varia la selezione dei colori, ben più di quelli previsti per la maglia. Abbinarli a qualunque completo è semplice.

Oltre il grigio visto in foto abbiamo acquamarina, arancio, blu marine, rosso e verde militare. L’ultimo in sequenza è proprio il grigio, reinserito altrimenti sfasava l’impaginazione…

 

Guanto estivo, quindi range di temperature anche qui da 18 a 35 gradi.

Bene, paragrafo una volta tanto breve; forse non era nemmeno necessario dividere e proseguire il guanto in quello della maglia. Non so, mi dicono che più divido più vi è facile seguire, saltando cosa non vi interessa.

Se siete qui però non lo avete saltato, mentre io invece salto in sella per la prova su strada.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

COMMENTS

  • Michele

    Ciao Fabio Santini è la mia Marca preferita. Trovo che abbia un rapporto qualità prezzo veramente eccellente. Mi fa piacere che il test sul fondello sia stato superato positivamente dopo 8 ore di bici.
    Santini si conferma al top. Assos può continuare a rimanere sullo scaffale 🙂

Commenta anche tu!