Santini Impact e Classe

Come è fatta la maglia Classe

Tempo di lettura: 10 minuti

Come è fatta la Maglia Classe

Quando ho contattato Santini e ho chiesto la disponibilità calzoncino, ho pensato sarebbe stata ottima occasione per ampliare il test con una maglia e guanti dell’ampio catalogo della azienda italiana

Del resto questo pantaloncino ha un look classico, elegante e senza fronzoli: di fatto lo riesci a coordinare con tutto.

Così mi sono piazzato sul sito Santini e iniziato a sfogliare il catalogo, perché non sono diverso da voi: sto lì a guardare fantasticando, come un qualunque appassionato.

E mi ha affascinato la maglia Classe, anche lei elegante e senza tempo, sobria senza rinunciare alla sportività: mai come in questo caso vale il brocardo nomen omen.

Eleganza e classe non le mancano.

Il filato è un melange leggero per garantire massima traspirabilità e comfort. Lo fornisce anche in questo caso la Sitip, come fornisce quello usato per colletto e maniche che è il Body-fit, un tessuto a maglia bi elastico in microfibra di PES che aderisce perfettamente al corpo. Offrono tutti e due, nelle dichiarazioni dell’azienda, massima libertà di movimento e una migliore aerodinamica. E’ sono anche altamente traspiranti ed in grado di garantire un asciugamento rapido per il massimo confort dell’atleta. Range di temperature consigliate per il suo utilizzo tra 10 e 35 gradi.

Tutto vero? Domanda retorica, ormai mi sono abituato alla eccellente qualità dei filati messi a punto da Sitip e alla cura costruttiva di Santini. Comunque retorica o meno, una risposta ci sarà perché i test a questi servono; ma arriverà più avanti, per ora precedenza alla presentazione statica.

Vista così, in foto, sarà il colore o il tessuto melange ma non sembra una maglia estiva, fresca. Invece è proprio estiva e pure assai fresca e traspirante. Per temperature da 18 a 35 gradi, quindi da indossare anche in piena estate; protezione dai raggi UV; traspirabile e aerodinamica: insomma, un capo sportivo come la livrea classica non lascerebbe supporre.

Ma se ci addentriamo nei dettagli ce ne accorgiamo.

Solo il colletto, col suo leggero bordino, non è quello basso, assente diciamo, tipico di alcune maglie spiccatamente racing.

Cerniera a tutta lunghezza, che io spezzo in due immagini per esigenze fotografiche.

Una foto ingrandita (ricordo che ogni immagine può essere aperta a tutto schermo semplicemente cliccandoci sopra) per due dettagli. Uno subito visibile, l’altro che sfugge ai più.

Quello subito identificabile è l’elegante logo Santini, piccolo e discreto; quello che può sfuggire è la scelta di cucire la lunga cerniera rovesciata, donando pulizia ed eleganza alla parte frontale.

Un minimale parazip impedisce che la cerniera venga a contatto con la pelle, ma solo nella parte superiore. Anticipo qui che comunque il fatto la cerniera sia rovesciata non determina alcun fastidio.

L’interno del colletto è semplice; forse qui ci sarebbe stata bene una leggera fascia antisudore.

Non antisudore ma, come giustamente deve essere, antiscivolo in silicone in basso. Copre tutto il perimetro inferiore, un doppio cordino che impedisce alla maglia di spostarsi.

Tre ampie e capaci tasche ornano la parte bassa della schiena.

Maniche e fianchi sfruttano un tessuto differente, il Body Fit menzionato prima; vi confermo che è assai fresco e traspirante.

Si unisce ai due “gusci” anteriore e posteriore con resistenti cuciture, piatte e rifinite per non infastidire. Ovviamente sono all’interno.

Le maniche sono un bell’esempio di eleganza e pulizia nella linea, perfettamente adeguate a questa maglia.

Taglio preciso, ovviamente laser, assenza di bordi e fasce a stringere e sporcare la perfezione geometrica. Non si spostano, sfruttano l’elasticità del tessuto, tenace ma non fastidiosa, per non salire e arricciare. E se il bicipite è tonico (non come il mio, ma non ho più tempo nemmeno per la palestra e un poco mi spiace) posso assicurarvi che ne viene fuori un bell’effetto da giocarsi mentre ce la si tira sul lungomare 😀

Ampia libertà di movimento grazie al taglio largo sotto le braccia; cuciture che nemmeno qui infastidiscono. Il leggero arricciamento del tessuto è causato dalla sagoma che ho inserito per scattare le immagini, una cosa difficilissima per le mie modeste capacità tirar fuori queste foto…

La maglia Classe è facilmente abbinabile a qualunque pantaloncino, anche perché vanta buona gamma di colori.

Oltre all’elegante grigio abbiamo il blu marine, il nero e il verde militare.

 

Ora i guanti coordinati da conoscere nel prossimo paragrafo.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

COMMENTS

  • Michele

    Ciao Fabio Santini è la mia Marca preferita. Trovo che abbia un rapporto qualità prezzo veramente eccellente. Mi fa piacere che il test sul fondello sia stato superato positivamente dopo 8 ore di bici.
    Santini si conferma al top. Assos può continuare a rimanere sullo scaffale 🙂

Commenta anche tu!