Presidente, posso uscire in bici?

Tempo di lettura: 3 minuti

Sono riuscito a intervistare il Presidente Conte e porgli la fatidica domanda.

Ecco a voi il testo integrale.

…………………………………………………………………….

Buongiorno Presidente, grazie per avermi concesso questa intervista. Ho una sola semplice domanda: dal 4 maggio possiamo uscire in bici?

Buongiorno a lei…guardi…lei mi dice semplice domanda…ma non esistono domande semplici…dobbiamo sempre chiederci cosa possa significare la semplicità. Lei può pensare che chiedere sia semplice ma quante domande semplici restano senza risposta…

Le parlo con estrema franchezza, se lei mi fa una domanda semplice come per esempio “da dove veniamo”, ecco…vede…può essere intesa in tanti modi…potrebbe chiedermi stamattina da dove vengo, se sono partito da casa mia…potrebbe chiedermi da dove viene il mio retroterra culturale e quindi voler sapere di me titoli e studi e poi sforiamo coi tempi se le leggo il mio curriculum…potrebbe altresì chiedermi se i miei genitori già al primo bacio pensavano mi avrebbero messo al mondo…quindi…vede…è importante essere chiari…una domanda semplice cela sempre una moltitudine di interpretazioni che l’intercolutore potrebbe non comprendere…non afferrare in pieno…soprattutto in questa fase di emergenza che…

ehm, scusi Presidente, in realtà io le ho chiesto solo se possiamo uscire in bici dal 4 maggio…

Si guardi, lo comprendo, lei mi fa una domanda come è giusto che sia, è un giornalista, è suo dovere porre domande anche scomode…dobbiamo essere onesti su questo…non possiamo fuggire dalle domande…la gente chiede di essere informata…però, vede, per fornire una corretta risposta alla sua sintetica domanda dobbiamo per forza prendere in esame tutti i fattori, perché se perdiamo di vista il punto focale della vicenda rischiamo di arrivare ad una interpretazione della fenomenologia della realtà che può non essere più rispondente a quelle che sono le reali necessità, finendo così col travisare, anzi, che dico travisare, capovolgere completamente i cardini del pensiero filosofico che da oltre 3000 anni permea la nostra concezione della vita così come siamo abituati a decifrare, quindi è facile per lei comprendere che ho il dovere di fornire una chiara risposta senza che questa possa poi essere strumentalizzata o peggio resa vana da uno sforzo interpretativo sotteso a riparametrare tutto ciò che poi, in fatto e diritto, ho voluto esprimere. Prego, mi faccia pure la sua domanda.

Ma Presidente, è un quarto d’ora che glielo chiedo…

Guardi, comprendo il suo smarrimento in questo momento difficile per il Paese, ma bisogna essere cauti e precisi…lei dice un quarto d’ora, in realtà sono 8 minuti e 36 secondi a questo momento, quindi, come può lei chiedere a me di essere preciso quando lei per primo manca della necessaria precisione…ma, ripeto, comprendo il suo smarrimento, in questa delicata fase di emergenza in cui abbiamo, anzi, rivendico, ho, chiesto enormi sacrifici agli italiani, la nozione del tempo trascorso ha perso la sua originaria connotazione dello scandire le diverse fasi della giornata per trasformarsi in un lento incedere dettato dall’ansia che ci pervade…e io, lo dico con franchezza…lo dico con onestà…io le credo, anzi, io comprendo questo suo bisogno di sicurezza che si riverbera in questa errata concezione del tempo che passa senza che si possa vedere un effettivo riscontro, ma…vede…qui…adesso…dobbiamo essere chiari…abbiamo il dovere della chiarezza…siamo appena a 10 minuti, non facciamoci prendere dal panico e andiamo avanti. Però, la prego, oggi ho tanti impegni, quindi se cortesemente mi rivolge la sua domanda.

Si, mi scusi se le faccio perdere tempo; dunque, vediamo, ecco, una sola domanda e poi vado via: dal 4 maggio possiamo uscire in bici?

Ah, finalmente, vedo che ha riacquistato la calma e la capacità di porre domande precise e circoscritte. Dunque, per quattro persone servono 500 grammi di pasta, 4 uova, 200 grammi di guanciale, 150 grammi di pecorino…

Presidente, ma mi sta dando la ricetta della carbonara?

Perché, non le piace il pecorino?

Ma no Presidente è che io le ho chiesto se il 4 maggio…

Si, ha ragione, nemmeno io gradisco il pecorino, ma sa, la ricetta tradizionale, non dobbiamo mai dimenticare le nostre radici…

Si si, va bene Presidente, ho preso appunti, ma ora per favore potrebbe rispondermi, possiamo andare in bici dal 4 maggio, sa, pure io avrei da fare…

Certo, certo…eh Giovanni, nemmeno io vado dal barbiere…

Ma Presidente che c’entra Giovanni, e poi quello è l’altro Presidente, quello della Repubblica…

Mi preparo

Come sarebbe mi preparo?

Non si può mai sapere, fra meno di due anni si dovrà eleggere…comprende…nella mia posizione…devo essere pronto a ogni evenienza…

Si va bene, fra due anni ne riparliamo, ora per favore, potrebbe spiegarmi se dal 4 maggio possiamo uscire in bici?

Giovanni, si vede la ricrescita?

Ma non sono Giovanni!

Vabbè, ma si vede la ricrescita? Nemmeno io posso andare dal barbiere, ho trovato una tintura a casa ma era biondo cenere, ho lasciato perdere…

Presidente, per favore, la domanda

Quale domanda?

La bici, 4 maggio, pedalare…

Ah giusto, però Giovanni mi assicura che la ricrescita non si vede? La tagliate l’inquadratura?

Ma Presidente, questo è un blog, è una intervista scritta, non c’è video, vede una telecamera qui?

No, non la vedo, ma Rocco mi ha detto che ci sono le telecamere nascoste

Rocco chi?

Rocco, sa, quello che cura la mia comunicazione, lui è esperto, dice che ha fatto carriera con questa cosa delle telecamere nascoste

Si, va bene, ho capito. No, le giuro sul mio onore che non ho telecamere nascoste…

E dietro quello specchio? E’ sicuro Giovanni?

Non sono Giovanni Presidente, la prego…

Va bene le credo Giovanni, però adesso il tempo stringe, quindi se ha finito con le domande

No Presidente, non ho finito. Ancora una sola: dal 4 maggio possiamo uscire in bici?

Finalmente una domanda chiara…che esige una risposta chiara. Io, e me ne assumo tutta la responsabilità ma anche il merito, di concerto con i miei ministri nonché i rappresentanti delle forza di maggioranza e sentite le parti sociali, ho valutato congruo poter dare avvio a questa fase 2. Per questo ho emanato il 26 aprile un decreto, leggendolo lei troverà le risposte alle sue domande

Ma veramente Presidente, io chiedo proprio perché il decreto è oscuro sul punto e quindi…

Eh no! Questo non glielo permetto! Il Governo non lavora col favore delle tenebre! Se lei insinua, mi obbliga a fare nomi e cognomi…

No Presidente, non insinuo niente, non facciamo i nomi e cognomi, non c’entra con le bici

Nemmeno i soprannomi?

No Presidente, nemmeno i soprannomi 

E’ sicuro Giovanni? Ha visto su facebook come lo chiamano quello?

Presidente, non sono Giovanni, e non ho visto su Facebook. Per favore, l’intervista, bici, 4 maggio, pedalare, si può 

Vede, noi per primi in Europa, e dobbiamo essere orgogliosi di questo, abbiamo imposto un lockdown che potesse creare una comfort zone grazie al supporto delle task force nella quale i cittadini keep calm stay home, d’ont warry be happy

Presidente ma che dice?

I’m Giuseppi

Giuseppe Presidente, Giuseppe…

Are you Giovanni?

Presidente, stampa italiana, non estera, per favore, torniamo alla domanda.

Deve chiedere ad Arcuri

E che c’entra Arcuri?

Appunto! L’ho detto pure io! Questi mi dicono abbiamo l’esperto, nomina Arcuri, io tutto contento e invece mi arriva questo, sa, io avevo capito Arcuri, ma si, insomma, conservo ancora il calendario e…

Presidente! Sia dia un contegno! 

Si certo, però bel tiro mi hanno giocato, mica sarà stato lei, Giovanni?

No Presidente, non sono stato io, non sono Giovanni e prima che me lo chiede di nuovo, no, la ricrescita non si vede. Allora, dal 4 maggio vorrei sapere…

Eccoci finalmente al punto, mi chiedevo quando ci sarebbe arrivato. Bene, posso rispondere che dal 4 maggio inizia la fase 2

E cioé?

E cioè è come la fase 1 ma con tua suocera a rompere i coglioni per casa

Ma Presidente!

Ma Presidente un par de cioppole, vorrei vedere lei, con questa che adesso mi gira tra le stanze, mi sposta i decreti, usa le autocertificazioni per pulire il tavolo della cucina…anzi, visto che ormai siamo in confidenza, e poi devo fidarmi di lei Giovanni, quella secondo me ha visto il calendario e mi ha giocato lo scherzetto, non ho le prove ma posso fare nomi e cognomi…

No Presidente, grazie per la fiducia, non è necessario, vorrei solo una risposta alla mia domanda: dal 4 maggio possiamo uscire in bici?

Non la sento, forse è caduto il collegamento, può ripetere?

Presidente ma quale collegamento? Sono qui davanti a lei

Giovanni, c’è ancora? Non la sento? Possiamo ripristinare la videochiamata per favore?

Presidente sono qui, davanti a lei, che videochiamata, Presidente, la bici, si ricorda, il 4 maggio

Niente Giovanni, mi spiace non la vedo più, dobbiamo rinviare l’intervista. Però la prossima volta, per favore, domande chiare e concise….

COMMENTS

Rispondi a Damiano Annulla risposta