Più pedali più risparmi

Tempo di lettura: 1 minuti

E’ stata lanciata una nuova app: registrandosi al servizio si ottengono 10 centesimi di sconto presso i negozi convenzionato per ogni chilometro pedalato.

Si chiama Savebiking, questo il sito ufficiale: http://savebiking.com/

L’app va scaricata dal Play store o App store, si riceve un codice di autenticazione via sms e si può iniziare a pedalare.

 

Registrandosi presso uno dei negozi convenzionati si riceve un chip che elimina questo passaggio: basta attivare il bluetooth e tutto parte in automatico.

I negozi non sono solo quelli di bici ma qualunque attività voglia partecipare e abbia nelle proprie corde un certo spirito bikefriendly diciamo così.

Ok, queste le notizie base.

Funziona? Funzionerà?

Non lo so. L’ho installata pochi minuti prima di scrivere queste note e cercando un negozio convenzionato nelle mie vicinanza ho scoperto non ce ne sono.

L’unico in regione è sulla bella isola d’Ischia; potrebbe essere una comoda scusa per una gita ma comunque è poco.

Però dal centro Italia a salire c’è una buona concentrazione di simboletti.

E’ una iniziativa nuova, è normale non ci sia ancora adesione massiccia.

Tempo addietro fu lanciata una app simile e non ebbe poi gran successo. 

Anche lì si offrivano 10 centesimi al chilometro, in bici o a piedi, e la possibilità di mettere all’asta i crediti accumulati.

Non è andata come speravano i creatori.

Funzionerà questa? Non so nemmeno questo.

Credo che la formula dei 10 centesimi al chilometro sia sbagliata.

E’ oggettivamente troppo per incentivare i negozi ad aderire, perché il motore non siamo noi ma loro.

Noi pedaleremmo uguale, sconti o non sconti. Ma se ti entra in negozio uno che si spara 1000 km al mese, che è più o meno la distanza di un normale amatore senza velleità agonistiche, praticamente ti fa la spesa gratis.

O forse del credito accumulato ne sarà riconosciuta un parte o in percentuale all’acquisto, come coi buoni sconti che riceviamo: 10 euro su spesa minima di 100, 20 su spesa minima di 200 e così via.

Il sito ufficiale nulla dice al riguardo.

In ogni caso io segnalo la cosa. Tanto lo smartphone è con noi anche quando pedaliamo, che stia lì a registrare chilometri al massimo farà durare meno la batteria.

Non mi convince l’obiezione che così l’azienda potrebbe accumulare dati sui nostri percorsi: siamo noi i primi a pubblicare su strava e girare su qualunque social ogni uscita, quindi…

Beh, vedremo come andrà.

Per avere successo serviranno tanti negozi disposti ad aderire; perché i negozi aderiscano servono tanti ciclisti che usano l’app. 

Io appena potrò decentemente tornare in sella, la userò. E potrò darvi qualche ulteriore notizia.

Per ora, buone pedalate, con lo sconto o senza ma sempre felici.     

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

COMMENTS

  • Alessio

    Adesso con l’altra app stanno facendo dei cambiamenti sostanziali speriamo che ci qualcosa

    • Davide

      Se l’altra app è Movecoin confermo che non è morta ma continua ad essere supportata
      Consiglio all’autore di dargli un’altra chance

      • Elessarbicycle

        Ciao Davide, non ho scritto che Movecoin è morta; altra app cui diedi rilievo alla sua presentazione.
        Ma dopo un anno grandi progressi non ci sono stati, e questo è un fatto.
        Riuscirà questa nuova applicazione a coinvolgere maggiormente le parti interessate? Io lo auguro come sempre auguro ogni fortuna a queste iniziative.
        Vedremo.

        Fabio

Rispondi a Alessio Annulla risposta