Pedali Shimano PD-M8000

Le tacchette SPD Shimano

Tempo di lettura: 7 minuti

Le tacchette SPD Shimano

Shimano propone due differenti tacchette: le SM-SH51 e le SM-SH56.

Distinguiamo.

Le SM-SH51 sono tacchette unidirezionali: significa che lo sgancio avviene solo ruotando il tallone verso l’esterno.

Le SM-SH56 sono tacchette multidirezionali: significa che lo sgancio avviene su tre direzioni, cioè tallone verso l’esterno, verso l’alto e verso l’esterno tirando in contemporanea verso l’alto.

 

Vediamole in dettaglio.

Nell’immagine in basso abbiamo le due differenti tacchette, le SH-56 sono quelle argento.

A noi interessa l’altro versante, quello che verrà a contatto con la suola.

Come si può vedere, la lavorazione della punta è differente. Oltra la foggia, le SH-56 hanno una svasatura in basso che accompagna il profilo del “naso”.

E’ la lavorazione che permette lo sgancio multidirezionale. Qui più in dettaglio le differenze.

Diversa anche la lavorazione della zona posteriore, con l’innesto più regolare e stondato sempre nel caso delle SH-56.

In comune invece il profilo concavo, studiato per adattarsi al profilo della suola.

Quali scegliere? Beh, non è facile rispondere. Potrei cavarmela con diplomazia e dirvi che le SH-56 sono adatte ai neofiti, a chi ha “paura” dell’aggancio e soprattutto dello sgancio, visto che staccarle dal pedale è facilissimo.

Però non sono del tutto convinto. Perché anche chi è molto esperto, e quindi percorre sentieri e track assai difficili, potrebbe trovare preferibili queste SH-56. Non dimentichiamo infatti che tanti sfruttano pedali flat proprio perché hanno necessità del “piede a terra” immediato, senza filtri e ritardi. E visto che in Mtb si guida tanto col corpo, la posizione non è mai più o meno fissa come su strada, ecco che sganciare sfruttando più direzioni potrebbe diventare interessante.

La maggiore obiezione verso le tacchette SH-56 che ho spesso letto sui forum è il rischio dello sgancio involontario.

No, obiezione non accoglibile. I movimenti necessari a dividere scarpa e pedale non sono compatibili con quelli della pedalata. Non è possibile, per capirci, sganciare alzandosi sui pedali per un rilancio.

Quindi nella scelta della tacchetta lascerei perdere fuorivianti distinzioni tra neofiti ed esperti, classificazione che ha fatto e continua a far danni nel nostro mondo (a pedali, of course); imposterei la scelta su tipologia di percorsi e d’uso.

Si, anche utilizzo, perché trovo le SH-56 particolarmente adatte all’uso turistico stradale. Come detto nell’introduzione, lo standard SPD non è più da tempo prerogativa del solo mondo fuoristrada. Tanti pedali stradali, essenzialmente dedicati al touring, usano questa tecnologia di aggancio. E con bici carica velocità e facilità di sgancio diventano fondamentali.   

Bene, dopo tutto questo potreste essere certi io usi le SH-56. Invece no.

Prediligo le SH51 per due motivi: uso e percorsi miei abituali e “abitudine”. Si, abitudine. Dopo tanti anni di sgancio con il classico movimento del tallone verso l’esterno (sia per pedali stradali che da off road) ogni altro movimento non mi viene naturale. Tutto qui.

Commenta anche tu!