Pedali MKS Ezy e Ezy-S a confronto

La confezione

Tempo di lettura: 6 minuti

La confezione.

Confezione simile all’esterno per tutti e due.

Gli Allways Ezy-S offrono una etichetta che suggerisce i possibili usi e le istruzioni di installazione.

                                       

Nel caso degli US-S Ezy abbiamo oltre le istruzioni di installazione anche i consigli per il posizionamento delle tacchette. Una etichetta frontale pure qui ci suggerisce le possibili destinazioni d’uso.

La dotazione degli Allaways (d’ora in avanti per praticità ometterò le sigle relative al sistema di sgancio) prevede un foglio di istruzioni, le rondelle da applicare alle pedivelle che lo necessitano e un pratico sacchetto in tela richiudibile, per poter alloggiare i pedali una volta rimossi.

Molto più corposa la dotazione degli US-S, anzi è più corretta definirla ricca.

Infatti oltre istruzioni e piccola sacca di ricovero abbiamo le tacchette (e questo è il linea coi concorrenti), delle piastre in materiale plastico da montare in sostituzione della gabbia perimetrale nonché le chiavi a brugola per intervenire sulle tacchette, sulla vite di regolazione di tensione dello sgancio Spd e per le gabbia/piastre. Tanta roba, vediamo meglio.

Le tacchette rispettano lo standard Shimano Spd e quelle fornite in dotazione sono la versione con gioco angolare di 4°. La casa, e pure io, consigliamo la versione Sm-Sh51, che possono essere sganciate solo ruotando il tallone e non anche tirando verso l’alto. Quelle fornite con i pedali replicano fedelmente le Sm-Sh51.

I pedali sono consegnati con la gabbia esterna già montata; chi volesse rimuoverla conservando una buona finitura nonché protezione da urti e graffi potrà installare i gusci offerti in alternativa.

I pedali hanno sistema di regolazione della tensione di sgancio, su ambo i lati, e una chiave a brugola presente nella confezione consente l’operazione.

Il movimento della vite non è continuo ma prevede dei secchi e sonori scatti, facilitando la regolazione simmetrica tra i due lati e la coppia di pedali.

Mio consiglio pratico: tenete sempre ben lubricati con olio fine i meccanismi di sgancio e ogni tanto una spruzzata di silicone spray eviterà allo sporco di attecchire. Discorso valido per ogni pedale Spd, non mi riferisco solo a questi in particolare.

Oltre la coppia di rondelle per spessorare sulle pedivelle che lo necessitano abbiamo due altre rondelle aperte, in squillante giallo. Che sono? Sono i blocchi di sicurezza per impedire involontari sganci del pedale dalla pedivella, ma il loro funzionamento lo vedremo più avanti.

Adesso osserviamo i pedali in dettaglio.

COMMENTS

  • alberto

    Salve Fabio, sono un cicloturista, ti scrivo proprio perché devo cambiare i miei economici pedali con dei comodi e robusti pedali da viaggio/touring: sono indecisi tra il flat misto sgancio/normal e il flat con i pin come quello da te recensito sopra della MKS. Quali punti di forza conserva il flat pin rispetto al misto sgancio? Non ho mai avuto lo sgancio, voglio però capire se è necessario oppure posso optare, perdendo quel 10% di resa, per un comodo flat. Magari con cinghie in cuoio, se non è inutile!! Flat con i pin oltre MKS mi consigli altre aziende, rapporto qualità/prezzo?
    Grazie,
    Alberto.

    • Elessarbicycle

      Ciao Alberto, il pedale con aggancio è sempre superiore: non perdi un semplice 10%, ma guadagni davvero tanto. Soprattutto imparando la tecnica della pedalata rotonda, argomento su cui sono mesi che mi sono ripromesso di scrivere eppure manca sempre il tempo.

      Non sono un grande fan dei pedali misti, tra l’altro difficili da trovare di ottima qualità a prezzi onesti. Qui sul blog c’è una recensione dei VP Components, puoi farti una idea.

      Se invece opti per il flat con pin, allora condivido l’uso delle gabbiette; che ti consentirebbe comunque una pedalata migliore (poi dipende dalle tue tappe, se sono brevi o no) e l’uso di scarpe non specialistiche.

      I pedali buoni costano, flat a pin a meno di 60/70 euro che valgano davvero la pena non ce ne sono.
      Nella fascia tra i 20 e i 30 si equivalgono tutti. Meglio quindi stabilire prima un budget, e dopo valutare cose c’è.

      Fabio

      • alberto

        Mi puoi dare il tuo indirizzo mail: ho bisogno di alcuni consigli sulla mia bici da viaggio.
        Grazie Fabio,
        Cordialmente,
        Alberto.

        • Elessarbicycle

          Ciao Alberto, c’è un indirizzo mail, lo trovi nella pagina Contatti, ma lo sto pian piano dismettendo per le comunicazioni private. Sarebbe preferibile usassi il forum da poco aperto.

          Fabio

  • Damiano

    Un bel po’ di mesi dopo, mi sono deciso e ho preso due coppie di pedali, un touring lite e un USB nuevo, in versione Ezy-S. La qualità costruttiva è molto elevata, sono decisamente impressionato. Ho preso la versione Ezy-S e devo dire che la semplicità di montare/rimontare i pedali è notevole: l’idea è cambiare spesso pedali a seconda che io usi il mio destriero in città per commissioni o per i 100km del fine settimana. I cuscinetti dell’usb nuevo sono come burro! Per un test più approfondito devo aspettare un po’, magari vi faccio sapere come funziona l’idea dello scambio frequente di pedali alla prova dei fatti.

    • Elessarbicycle

      Ciao Damiano, ottima scelta e ottima idea il cambio. Volevo dedicarmici pure io, come test, ma alla fine altri articoli hanno avuto la priorità e ho lasciato perdere.
      Col tempo e con l’uso, sempre se ne avrai voglia, mi piacerebbe sapere come ti sarai trovato; se è pratica scomoda, comoda, inutile, ecc

      Fabio

      • Damiano

        Certamente! Devo recuperare un polso dopo una caduta in bici (quindi non so ancora quando rimonterò in sella) ma appena avrò macinato chilometri a sufficienza per poterne fare una recensione adeguatamente fondata, ti aggiorno!!

        • Elessarbicycle

          Ciao Damiano, mi spiace sapere che ti sei fatto male. Pensa a recuperare, i polsi in bici beccano tanti colpi ed è meglio aspettare un poco in più prima di risalire in sella che farsi prendere dalla foga.
          Quando sarà, lo spazio per le tue impressioni è tuo.

          Fabio

Commenta anche tu!