Mi hanno definito…

Tempo di lettura: 1 minuti

…in tanti modi e non tutti lusinghieri.

Anche se poi dal vivo sono più simpatico di quanto lascio trasparire da queste pagine.

E per fortuna c’è chi ha una buona parola per me. Pure divertente.

E infatti una definizione in particolare si è ripetuta spesso negli ultimi giorni, dedicati a contattare vari uffici stampa per accordarmi su alcuni test: l’Aranzulla delle bici.

Opperò!

Ora chiunque di voi abbia mai avuto un problema con un software, un pc, uno smartphone e abbia cercato la soluzione in rete lì è finito: dal mitico Aranzulla.

Che ha sempre una risposta a tutto, pure a quello di cui ignoriamo l’esistenza. Pure a quello che non hanno ancora inventato.

Io no, non ho tutte le risposte e ne pubblico molte meno di quelle che potrei, preferisco rispondere alle vostre mail.

Risposte però ne ho abbastanza, qui sul blog; e se l’argomento l’ho trattato, che sia un test o un articolo dell’officina, la prima pagina dei motori di ricerca è mia.

Soprattutto coi test; ho scoperto che quasi tutti hanno il sito del produttore al primo posto e la mia recensione al secondo.

E così mi ritrovo a chiacchierare con simpatiche e preparatissime fanciulle esperte della comunicazione e tra una mia sciocchezza e l’altra “ok, allora rimaniamo che se avanzano dei sample test mi avvisi, mi rendo conto che sono piccolino, precedenza ai colossi”.

Per sentirmi rispondere “ma scherzi? Tu sei il nostro Aranzulla delle bici, ogni cosa che cerco becco sempre te!”

Mi telefona un amico per chiedermi aiuto per un problema su una bici e stupito mi fa “Fabio, tu lo sai che io non ti leggo (grazie, ndr) ma non leggo niente di quello che c’è in rete. Ieri sera ho fatto una eccezione, avevo questo problema e ovunque spuntavi solo tu con la soluzione. Ma chi sei? L’Aranzulla delle biciclette?”

Torna mia figlia da scuola “babbo, un mio compagno di classe vorrebbe costruirsi una bici partendo dal telaio, mi ha chiesto se puoi aiutarlo. Ha detto che sei l’Aranzulla delle bici, se hai un problema a te bisogna chiedere. Io gli ho detto che sei solo scemo tu e le bici, ma lui ti adora”. Vabbè, nemo propheta in patria: e nemmeno in famiglia.

Tutto questo in rapida successione, in quattro giorni.

Certo, mi fa piacere, significa che se con i miei scritti ci sono ciclisti felici, allora tanto impegno non è sprecato.

Chissà, un giorno potrebbe succedere il contrario? Chiameranno Aranzulla il Fabio Sergio dei computer? 

ahahahahahahahahaha

Buone pedalate

 

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

COMMENTS

  • Luca

    Da quando l’ho scoperto, io il link elessar me lo sono messo nella barra dei favoriti. Capita di rado di scrivere e ricevere risposta, già questo, al di là della competenza, è un vero e proprio miracolo. No, mi correggo è sbagliato dire che è un miracolo, penso che questo stile sia il vero successo di Elessar.

    Lunga vita a chi ama smontare e rimontare le bici

    Un caro saluto

    Luca

    • Elessarbicycle

      Nessun miracolo, semplice buona educazione. Quando mossi i primi passi in una redazione (si usavano carta carbone e macchine per scrivere…) prima di provare a insegnarmi il mestiere mi inculcarono un concetto “rispetta sempre i lettori, sono loro a cui devi rendere conto; chi usa il suo tempo per leggere te invece di fare qualcosa di più divertente dovrà avere il tuo tempo a disposizione”.
      Vecchia scuola, lo so. Ora non è possibile, troppa fretta, soprattutto sulla rete.
      Però visto che ho mollato da tempo il giornalismo attivo e questo blog lo curo solo per mio gusto, senza eccessive impellenze, posso farlo come meglio credo. Credo 😀

      Fabio

  • Giovanni74

    Spero che Salvatore non abbia coperto da copy right il suo Cognome altrimenti sei rovinato 🙂 Comunque, vero è, che appena posti un problema tecnico relativo alle bici, spunti tu 🙂 e della cosa non posso che essere molto, ma molto contento. Anche parlando con altri amici ciclisti, prima o poi nel discorso compari tu.

Commenta anche tu!