Maglia e pantaloncino Triban RC 500

Come sono fatti i guanti Van Rysel RoadR 500 e i calzini RoadR 500

Tempo di lettura: 10 minuti

Come sono fatti i guanti Van Rysel RoadR 500 e i calzini RoadR 500

Breve descrizione accompagnata da alcune immagini. L’ho fatto nei paragrafi precedenti, proseguo su questa linea.

Non per inusitata fretta: Decathlon è presente quasi ovunque, è assai semplice verificare dal vivo la costruzione di questi capi. Quindi meglio tenersi a passo veloce qui e rallentare l’andatura quando indosseremo il tutto.

Appena 10 euro bastano per entrare in possesso di questi guanti estivi con palmo scamosciato e dorso in tessuto traspirante e forato.

Tessuto del dorso che ha buona elasticità, copiando bene il profilo della mano.

E che presenta fitta foratura per assicurare buon afflusso di aria.

Sul pollice classico inserto tergisudore.

In dettaglio lo stacco dei tre differenti materiali con cui è assemblato il guanto e il taglio preciso per afferrare la piega senza si creino arricciature.

Il palmo è scamosciato, con inserti imbottiti e fori al centro per offrire un minimo di traspirabilità.

In dettaglio: i tre cuscinetti con quello di appoggio ben imbottito e quello esterno più sottile e privo di inserti antiabrasione, la scritta Van Rysel che è nuovo brand della casa e la minimale foratura del palmo. La fascetta al polso dovrebbe permettere di infilarli con facilità; per estrarli manca qualunque appiglio.

Con altri 5 euro abbiamo le calze RoadR 500.

Leggere, in tessuto elasticizzato e con fascia elastica in alto e alla volta plantare.

Sagomati per destra e sinistra e questo su un calzino che costa così poco non me lo aspettavo.

Un rinforzo a nido d’ape orna il centro della zona superiore; dovrebbe limitare l’usura.

Tanto spazio per le dita e tallone perfettamente sagomato.

E infine elastico al polpaccio, per nulla fastidioso.

Bene, con questo paragrafo termina la presentazione statica; più breve di come son solito fare e vi ho spiegato perché.

Ora indossiamo il tutto e usciamo a pedalare.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

COMMENTS

  • Giovanni

    Ottima recensione, e, come di consueto, grande utilità soprattutto per chi si appresta a inziare a pedalare.

  • Stefano

    Domanda da profano: meglio una taglia molto aderente o una taglia più comoda ?..non ho mai indossato indumenti di questo tipo con il fondello. Grazie, ciao

    • Elessarbicycle

      Ciao Stefano, la taglia deve essere quella giusta. Banale? Non tanto.
      Non confondere taglia con vestibilità, che nel caso dei capi sportivi può essere regular o slim.
      Se acquisti un capo vestibilità slim ma poi te lo senti stretto, non risolvi con taglia superiore. Perché poi useresti il fondello in posizione errata, coi punti di pressione sfasati.
      Questi calzoncini in prova vestono regular, quindi aderenza normale. Prendi esattamente la tua taglia, altrimenti ti ritroveresti male

      Fabio

Commenta anche tu!