Credevo di essermelo lasciato alle spalle…

Tempo di lettura: 2 minuti

…e invece ieri ho avuto il responso sulla causa del mal di schiena che mi sta affliggendo da settimane: una microlesione con tutta probabilità generata dall’incidente di cui fui vittima in estate.

Una cosa piccola, trascurabile, nemmeno notata all’epoca e che fastidio non me ne provocava.

Botte, abrasioni varie, un leggero stiramento ma non avvertivo problemi alla schiena. E infatti da settembre ero tornato tranquillamente in sella, pedalando anche con frequenza forsennata per star dietro a tutti i test.

E sembra lì risieda l’errore, mio.

Pare anzi che a dare il colpo di grazia sia stato il test dei rulli Elite, perché in strada avrei corretto automaticamente la postura, in modo istintivo, per non gravare sul bacino; sui rulli invece hai sempre la stessa posizione, resti lì e basta.

Tutte ipotesi, è passato troppo tempo per avere qualche certezza. Ma il medico è anche specializzato in medicina sportiva e ciclista, quindi chi più di lui poteva aiutarmi a capire che stesse succedendo?

In ogni caso quello che è stato è stato, sapere che se mi fossi sottoposto da subito ad alcuni accertamenti si sarebbe vista la lesione e intervenuti subito mi serve a poco ora.

Quello che invece so è che tutto questo si sta ripercuotendo per forza sulle attività del blog. Per fortuna avevo già sospeso a fine ottobre l’arrivo di materiale per i test, in modo da avere il tempo di lavorare a quanto già ricevuto. Per come sto messo, sono coperto sino a fine gennaio senza problemi pubblicando una recensione a settimana; anche perché è tutta roba già chiusa, mancano solo alcune foto.

Però, convinto che sarebbe passato presto questo accidenti di mal di schiena, stavo, anzi sto programmando i prossimi mesi. Seppure con uno slittamento rispetto ai miei piani iniziali, ho alcune cose simpatiche dedicate al ciclismo urbano.

Cioè: non le ho ancora fisicamente qui, sapete, perché ve l’ho ripetuto spesso, che il materiale per i test non è come se lo comprassi in negozio che puff! e in 24h dall’ordine ti arriva. Segue percorsi tutti suoi, spesso tortuosi e non solo geograficamente. Dipende se è già messo a budget, se è disponibile, se non è fuori per altre testate e così via.

Comunque mi trovo parlandone e vi anticipo che saranno test dedicati a caschi, abbigliamento e una coppia di pedali.

Per i caschi, o il casco, mi sono rivolto nuovamente a Met Helmets, chiedendo il casco urban Corso; il sempre sollecito alle mie richieste Ulysse, pr dell’azienda, mi ha proposto anche il Grancorso, rivolto ai possessori di ebike. Settore qui assente, da queste parti si pedala solo a forza di muscoli (quando c’è…) ma potrebbe essere interessante una comparativa e capire se sia adatto anche ai ciclisti non elettrizzati. Non so, ho lasciato Ulysse a decidere, spiegando che non ho pubblico con una ebike e quindi, anche se io più roba ho tra le mani meglio è per me, potrebbe non essere una saggia idea affidarmi qualcosa per una platea che qui viene poco.

Poi dovrebbero essere in viaggio dei jeans denim adatti alla bici, appena presentati dalla tedesca Vaude.

Scarpe saranno due paia: una Shimano e l’altra della statunitense Chrome. Scarpe cittadine ma con attacco Spd a scomparsa.

E per testarle ho pensato di collegarli a una coppia di pedali Rose, doppia funzione. Che non è la mia tipologia di pedale preferita, però questi hanno un plus: un sistema ad elastomeri per garantire adattabilità e comfort. Una caratteristica simpatica sulla carta, vale la pena provare a capire come funziona.

Le scarpe Chrome non so quando arriveranno, devono passare prima dal distributore europeo; stesso dicasi per Shimano, che avrebbe già dovuto spedire alla sua diramazione italiana ma pare nulla sia arrivato al momento. I denim arriveranno direttamente dalla Germania, con pit stop all’agenzia che cura i rapporti con la stampa qui in Italia e che provvederà a girarmeli. In questi casi i tempi sono sempre una incognita: potrebbero essere qui oggi come fra un mese.

Per i pedali ho chiesto ieri mattina se ci riusciamo prima delle festività, ma è stato prima del responso medico che mi impone riposo assoluto, quindi non so. Anche se arrivano domani resterebbero nella confezione.

Però siccome io curo ogni dettaglio ho già messo da parte i calzini adatti alle foto 😀

Chiuso e quasi del tutto impaginato il test di un guanto invernale di Gore Bike Wear, lo troverete agli inizi della prossima settimana. Subito dopo la pubblicazione del nome del vincitore del concorso che ha messo in palio una coppia di Michelin Power Endurance fra voi lettori.

Poco prima del Natale dovrei riuscire a proporvi un articolo sulla pedalata rotonda: cos’è e come si allena.

Insomma, anche se acciaccato cerco di mantenere una buona costanza nelle pubblicazioni, ormai siete tantissimi ogni giorno a venire qui e mi dispiace lasciarvi a digiuno.

Buone pedalate

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

COMMENTS

    • Elessarbicycle

      Grazie Adriano; io non vedo l’ora finisca questo 2016+1…

      Approfitto per un aggiornamento: ho appena ricevuto da Ulysse di Met Helmets una mail in cui mi avvisa che sta per spedirmi sia il casco Corso che il Grancorso, accessori inclusi per quest’ultimo.

      Mi sa devo procurarmi una ebike, oddio…

      Fabio

  • Michael

    Riprendi presto Fabio!

  • Andrea

    La cosa peggiore degli ”acciacchi” è che fanno male al morale. Tieni alto il morale e la convalescenza sarà, o almeno sembrerà, più rapida!
    Andrea

  • alfaluna

    Forza Fabio che passa

  • Michele

    ciao Fabio tanti auguri di pronta guarigione!

  • Elessarbicycle

    Grazie a tutti.

    Comunque me le sono chiamate: ieri sera alle 19 e passa è arrivato il corriere coi jeans Vaude, tra domani e dopodomani arrivano due caschi (con gli optional) e all’inizio della prossima i pedali. Scarpe non so.
    Problema: non devo salire in bici almeno sino alla fine di dicembre, pena fustigazione del mio medico che già mi ha cazziato di brutto l’altro giorno.
    Altro problema: uno dei caschi è per ebike, quindi mi serve una ebike, quindi io finisco in sella a una ebike, quindi: che vergogna…

    😀 .-D 😀 😀 😀

    Fabio

  • michele

    Ottime notizie. Sono curioso di leggere la recensione sui guanti… Chissà riesco a risolvere la questione delle punta delle dita che si gelano…

    P. S. Se ti lanci sulla ebike, mi aspetto un articolo sui bambini e la bicicletta 🙂

    • Elessarbicycle

      Se mi passa la paura potrei togliere le rotelle alla mia e fare un articolo sui vecchietti e la bicicletta…

      Fabio

      ps; non mi lancio sulle ebike, ma uno dei caschi è per ebike, con annessa omologazione messa a punto da ente esterno, e per amore di verità dovrò pedalare su una ebike. Elettrizzante…

  • Auguri per una pronta guarigione, i test che ci presenti sembrano davvero interessanti non vedo l’ ora di leggerli.

Commenta anche tu!