Titolo?

Titolo?

Io i titoli non ho mai saputo comporli, quando scrivevo per la carta stampata e nemmeno qui sul blog, i pessimi risultati sono sotto i vostri occhi. Il libro è oramai in fase di pubblicazione, mancano pochi giorni, ma la questione del come titolarlo ancora non l’ho risolta. La mia capacità creativa in questo è praticamente nulla, giorni a pensarci hanno prodotto risultati tra il ridicolo e l’orrido. Alla fine mi sono rimaste due opzioni,…

Read More

Altre modifiche alla Peugeot Anjou

Altre modifiche alla Peugeot Anjou

Ieri sera mi sono dedicato a sistemare le ultime cose sulla Peugeot Anjou; nulla di particolare, solo qualche dettaglio, come per esempio montare il portapacchi “in bolla” e non inclinato in avanti come era di serie (odio i portapacchi non paralleli al suolo), i cavetti delle luci, la sella e poco altro. Per il portapacchi posteriore sono ricorso a una barra filettata M6, tagliata a misura e chiusa alle estremità con due dadi ciechi; un…

Read More

Quanno sona la campana

Quanno sona la campana

Il titolo è dedicato a una canzone contenuta in bellissimo album (una volta c’erano i 33 giri e si chiamavano così) dei Musicanova e mi è capitato di ascoltarla oggi mentre pedalavo a provare la Peugeot Anjou. Il fatto che sia stata la prima canzone a partire nel momento in cui ho acceso il lettore l’ho preso come un segno, perché una delle ultime strofe è dedicata agli Angioini, che per un periodo hanno dominato…

Read More

Ci sono ricascato…

Ci sono ricascato…

Si lo so, dopo l’ultima volta avrei dovuto imparare definitivamente la lezione, ma che dirvi, me la sono trovata davanti (vabbè, in foto) mi è piaciuta, l’ho presa. Cosa? L’ennesima Peugeot, ovvio. Chi mi legge sa che non amo i francesi a causa del loro brutto vizio di usare spesso sulle bici misure e standard tutti loro, che mi creano non poche difficoltà nel reperire gli attrezzi; chi mi legge sa che ho un debole…

Read More

Ci ho fatto il callo

Ci ho fatto il callo

Ci ha fatto il callo a quelli che, passatemi il gioco di parole, guardando le mie mani esclamano stupiti “Ma hai i calli!”. Come se averli fosse segno di demerito o peggio, chissà. Si, perché per guadagnarmi la pagnotta svolgo una di quelle che pomposamente sono definite professioni intellettuali, quindi si suppone le mani al massimo possono servirmi per gesticolare durante una arringa particolarmente coinvolgente. Invece io le mani le uso, e molto, indossando orgoglioso…

Read More

La ciclabile (sempre) negata

La ciclabile (sempre) negata

La ciclabile del titolo è quella della mia città, Napoli, definita dal sindaco a suo tempo come “la più lunga d’Europa”. Sorvolo su questo, troppo facile lo sberleffo. Sicuramente può fregiarsi del titolo di pista ciclabile più negata d’Europa, perché sulle sue striminzite corsie quasi ogni giorno stazionano mezzi di servizio e stand vari. Oppure, come stamattina, si transenna il tutto e arrivederci ai ciclisti. Vero che di fatto non è ciclabile (mai omologata, la…

Read More

Una volta erano gli accendini…

Una volta erano gli accendini…

…adesso i flash dei telefoni. L’ho scoperto ieri sera, quando ho accompagnato mia figlia al concerto di tale Mika, di cui ignoro ogni canzone ma ho sempre davanti il volto, che capeggia in ogni dove a casa mia. Quando andavo ai concerti c’era sempre il momento in cui alzavamo gli accendini in aria a creare un tappeto di piccole fiammelle. Invece ieri sera mia figlia a un certo punto ha tirato fuori il telefono e…

Read More

Non esiste la bici ideale…

Non esiste la bici ideale…

…esiste la bici perfetta.   Rileggendo le bozze sono stato catturato da questa mia affermazione; sorvoliamo che nemmeno ricordo cosa scrivo. Cosa ho voluto dire? Che la bici ideale, quella adatta a tutti e buona per ogni occasione non esiste; la bici adatta a ognuno di noi, perfetta per le nostre esigenze si. Il controsenso è solo apparente, perché ogni ciclista è storia a sé, troppo diverse le aspettative, il modo di vivere sui pedali:…

Read More

Brava principessa!

Brava principessa!

Argomento non ciclistico ma personale, seppure più avanti qualche notazione ci sarà. Mia figlia, con un onorevole sesto posto regionale e malgrado due cadute al trampolino a causa del mal di schiena che le ha impedito di chiudere il salto, si è qualificata per la finale nazionale di ginnastica artistica. Brava la mia principessa! In realtà oltre al mal di schiena mi ha tenuto nascosto che aveva pure due calli saltati alle mani, perché sapeva…

Read More

Perché tanta fretta?

Perché tanta fretta?

Perché tanta fretta? Me lo chiedo sempre più spesso in questi ultimi tempi, leggendo le mail che ricevo. Vero, molti sono solamente pigri e invece di impiegare un poco di tempo per guardarsi in giro e informarsi preferiscono il quesito secco. Che però è sempre generico. Come si fa a rispondere a chi chiede: “che bici mi serve?”. E io che ne so, non mi dici se fai strada o fuoristrada, sei turista o sportivo,…

Read More
1 28 29 30 31 32 33