Segnale orario – Orologio StemCaptain

Segnale orario – Orologio StemCaptain

Della mia idiosincrasia verso i ciclocomputer ho già parlato. Quindi sapete che non li monto su nessuna mia bici. L’unico dato che mi serve conoscere è l’ora, in modo da calibrare il rientro. Di solito chiedo al volo a qualche passante o automobilista a cui mi affianco; in mancanza, tiro fuori dalla tasca della maglia il telefono, operazione poco agevole con i guanti invernali. Avvertivo quindi la necessità, almeno su una bici, di avere un…

Read More

Manifesto per il ciclismo anarchico

Manifesto per il ciclismo anarchico

Manifesto del ciclismo anarchico Sgombriamo subito il campo da ogni equivoco: dimenticate l’uso comune, potrei dire moderno, del termine anarchia, che subito evoca giovani mascherati, sassaiole, scontri, veicoli date alle fiamme. Non è questo il significato (e non lo è nemmeno riferito ai giovanotti di cui accennavo, che ne ignorano la valenza) a cui tendo riferirmi. Torno alle origini, quando con anarchia non si indicavano caos e violenza ma il loro opposto: pace e fratellanza,…

Read More

Non è una città per bici

Non è una città per bici

Napoli non è mai stata una città a misura di bicicletta. Il suo profilo orografico tipicamente collinare, un reticolo viario che si è formato nel corso dei secoli senza alcuna regola, il selciato caratteristico di un antico agglomerato urbano e una mancanza di cultura ciclistica come quella che si è sviluppata in Nord Europa e Nord America la rendono difficilmente vivibile per chi usa la bici, oltre che per fare sport o per piacere, anche…

Read More

Ciò che conta è la bicicletta

Ciò che conta è la bicicletta

Questo diario è nato per raccontare l’amore per una bicicletta. Un progetto che è andato oltre la fredda tecnica, la scelta dei componenti, l’assemblaggio, per diventare un inno a tutto ciò che amo di questo “strumento di felicità”. Capisco la difficoltà a comprendermi per chi non è animato dalla stessa passione o vede in una bici solo uno oggetto atletico o ancora, peggio, un banale mezzo di trasporto. Ma, come in tutte le cose che…

Read More

La mucca viola

La mucca viola

La mucca viola è una metafora usata nel marketing per indicare un prodotto unico, originale. Tutte le mucche sembrano uguali, ma una viola si staglia dalla massa. Quando la Peuegeot è arrivata alla microfficina era davvero malmessa; una riverniciata era d’obbligo.   Ho scelto il viola non pensando alla metafora ma per staccare, ho sempre bici bianche in tutte le candide tonalità possibili. E, in effetti, questa Peugeot è originariamente bianco avorio.   Ossia un…

Read More

Le patatine fritte di mammà

Le patatine fritte di mammà

  Le patatine fritte piacciono a tutti; quelle che mi cucinava mia madre piacevano solo a me e non a mio fratello. Me le friggeva apposta. Un contorno di patatine surgelate accontenta un poco tutti ma non soddisfa nessuno fino in fondo. Le patatine di mia madre accontentavano e soddisfacevano me. Punto. Bene, con Elessar è la stessa cosa. Oggi finalmente ha smesso di piovere e non mi sono lasciato sfuggire l’occasione. Del resto, dopo…

Read More

Ringraziamenti

Nella sua semplicità, una bici resta un insieme complesso. Avverto quindi il bisogno di ringraziare tutti coloro che hanno contribuito, in ogni forma, a costruire Elessar. Perché sarà pur vero che è il loro lavoro, ma star lì ad ascoltare le fisime di un noto “trifolatore” come me richiede molto più che semplice senso del dovere. Non posso che iniziare con Antonio Taverna, titolare della ditta Vetta. Merito suo il telaio, che mi è stato…

Read More

“Come fai a pedalare senza computerino?”

“Come fai a pedalare senza computerino?”

“Come fai a pedalare senza il computerino?” “Semplice, faccio girare le gambe…” La domanda mi è stata posta per davvero l’altro giorno, e vera è anche la mia risposta fastidiosamente snob. Confesso di avere uno strano rapporto con questi aggeggini elettronici, che cinicamente ti inchiodano con i loro freddi numeri alla tua condizione di plinto in bicicletta. L’ho usato per anni, ne riconosco la necessità per chi pedala con intenti agonistici; ne accetto la validità…

Read More

Un giorno con la Specialized Tricross

Un giorno con la Specialized Tricross

Ieri è arrivata alla microfficina una Specialized Tricross, versione 2010, per una messa a punto e la sostituzione dell’impianto frenante e delle leve secondarie. Non so se di serie o solo su questa bici, acquistata usata qualche settimana addietro, i freni erano i Tektro Onyx; un po’ perché mal montati, un po’ perché le tacchette erano al limite e un po’ perché non è modello di cantilever che eccelle per rigidità e potenza, abbiamo trapiantato…

Read More

Velo Orange Campeur e Pass Hunter

Velo Orange Campeur e Pass Hunter

Confesso che nella scelta dei portapacchi mi sono lasciato guidare molto dall’estetica. Ho necessità di carico piuttosto ridotte, non avrebbe avuto senso preoccuparmi solo della portata. La scelta ha favorito due prodotti statunitensi, smaccatamente ispirati ad analoghi portapacchi francesi molto in voga negli ’50 e ’60. Del resto gli americani di Velo Orange non hanno mai fatto mistero di apprezzare molto ciò che veniva costruito in Europa in quegli anni.   Forse qualcuno dei titolari…

Read More
1 69 70 71 72