Uno spazio per voi?

Ricevo molte email all’indirizzo del blog; alcune solo per chiacchierare, altre con quesiti tecnici più o meno interessanti, altre che sembrano scritte tutte dalla stessa mano perché le domande sono quelle che sempre si pone un ciclista quando affronta alcune scelte.

Sono sul mio pc e spesso non ci restano a lungo, cancello la posta periodicamente altrimenti si accumulerebbero troppi messaggi col rischio che mi possano sfuggire mail, condannandole a non ricevere risposta. Chi mi scrive sa che rispondo a tutti, se qualcuno non ha ricevuto risposta è perché per qualche motivo quella mail non l’ho mai ricevuta.

Mi piacerebbe trovare il modo di avere una spazio qui, sul blog, per alcuni tipi di messaggio.

Lo scopo è duplice; la “banca dati” di risposte potrebbe diventare una ulteriore utile fonte di consultazione. E io, egoisticamente lo ammetto, eviterei di affrontare centinaia di volte lo stesso argomento perché la risposta a quella domanda già è lì.

Non ho la più pallida idea di come fare; tecnicamente qui può scrivere solo chi ha le credenziali di accesso, i lettori solo inserire commenti.

Quindi esclusa la possibilità che ogni quesito compaia come un articolo a sé; che tra l’altro sarebbe pure un fastidio per chi è iscritto al blog e riceve la notifica delle nuove pubblicazioni.

Ci sarebbe poi da discernere quali quesiti sono interesse generale, utili a tutti o almeno a tanti e quali invece no; ma questo è più semplice. La mail di chi vuole montare la prima bici da solo e ha dubbi su compatibilità e componenti è sicuramente di interesse generale. La mail di quello che mi scrive per dirmi che l’articolo sul mozzo Campy appena pubblicato è inutile perché tanto la procedura è semplice, premettendo che lui non l’ha mai fatto ma leggendo l’articolo si capisce che è un gioco da ragazzi; senza essere sfiorato dal dubbio che è proprio l’articolo a rendere facile (un problema non è mai tale se conosci la soluzione) tutta la procedura, ecco, è davvero inutile per voi e per me.

Pensavo a un unico articolo, anzi meglio una pagina (sono una cosa diversa, le pagine sono quelle che vedete nel menù in alto) dove poi io di volta in volta pubblico domanda e risposta.

Ossia i vostri quesiti mi arrivano comunque via mail privatamente, quelli che possono essere di interesse generale li copio in questa pagina, consultabile da tutti e dove chi ha analoghi dubbi potrebbe già trovare risposta oppure accumulare conoscenza che, inevitabilmente, porta nuove domande.

Io so scribacchiare, ho imparato a fatica a scattare qualche immagine decente ma della gestione e delle soluzioni tecniche di queste piattaforme online so davvero poco.

La mia idea come vi sembra? Avete altre proposte tecnicamente fattibili? Qualcosa su come consentire di scrivere direttamente sul blog anche ad altri ma solo per inserire un quesito, senza accesso al pannello di amministrazione? Non per sfiducia, ma se capita il buontempone che preme un pulsante e cancella tutto sarebbe seccante.

Help me… 🙂

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali. I pulsanti in basso ti permettono di trovarmi sui tuoi social.

COMMENTS

  • per queste cose ci sono i forum, solo che poi ti apri rovinosamente al rischio di lite per stupidaggini che per un blogger è frustrante. forse potresti fare una cosa più semplice . fare una pagina con dei menu con gli argomenti che più sono richiesti. per esempio: “montaggio bici” e scrivere in quella pagina una domanda frequente e dare la risposta. per ogni argomento una risposta. facile poi fare qualche link di propri articoli correlati alla domanda.

    • Elessarbicycle

      Buondì; no, niente forum, che tra l’altro non saprei come aggregare al blog; blog che è una isola felice di tranquillità, ben lontana dalle diatribe dei forum da cui cerco di tenermi lontano.
      L’opzione FAQ si sconta con la fantasia sconfinata dei ciclisti, impossibile prevedere sulla carta ogni possibile domanda. E credimi, sono tante e varie…
      Forse l’idea della pagina alimentata di volta in volta con le domande più interessanti potrebbe essere la soluzione.
      Certo, so che è più comodo scrivere e ricevere la risposta pronta senza dover cercare e leggere. Ma c’è anche una oggettiva difficoltà a stare dietro a tutto, così invece potremmo aiutarci a vicenda. Sulla pagina sarebbe bandita la possibilità di scrivere commenti come si fa negli articoli, se solo capisco se è fattibile questa limitazione, per evitare confusione.
      Sono esperimenti, come ne sto facendo tanti in queste settimane da quando ho messo in piedi questo nuovo blog.
      Mumble mumble…

      Fabio

Commenta anche tu!