Topeak Survival Tool Wedge II

Il mercato delle borse da sella è vastissimo, la varietà praticamente infinita per coprire ogni esigenza; la qualità è altrettanto diversificata e questo significa che esiste la borsetta da una manciata di spiccioli ma che dopo poche uscite avrà la cerniera saltata o le cuciture strappate; e quella più cara ma decisamente durevole.

Topeak non ha nell’economicità dei propri prodotti il suo punto di forza ma nella qualità. E alla fine non solo è ciò che conta ma, a ben pensarci, nel lungo periodo significa risparmiare. La compri una volta e ti dura anni. Uso alcune loro pompe, sia da officina che da telaio ed è vero che non le pagai pochissimo (ma nemmeno uno sproposito va detto) e sono ancora lì dopo anni a svolgere diligenti il loro dovere. E poi, aspetto non trascurabile, sono disponibili i ricambi per mantenerle efficienti nel tempo.

Ma non è delle pompe che parliamo oggi bensì di una borsetta sottosella con di serie già una serie di attrezzi utili; non proprio completi per tutte le esigenze ma la maggior parte si.

Partiamo dalla borsa, la Topeak Survival Tool Wedge II.

6060 Survival Tool Wedge II 01

La forma come si vede è quella classica trapezoidale, il sistema di attacco del tipo QuickClick, ossia con una parte da fissare al carrello della sella e l’innesto rapido per poterla agganciare e soprattutto sganciare immediatamente.

6061 Survival Tool Wedge II 02 6062 Survival Tool Wedge II 03

L’abbraccio con il tubo reggisella è garantito dalla solita fascetta in velcro.

6063 Survival Tool Wedge II 04

Il volume interno varia da un minimo di 0,95l a un massimo di 1,25l grazie al sistema a soffietto espandibile.

6064 Survival Tool Wedge II 05 6065 Survival Tool Wedge II 06

Come presidio di sicurezza abbiamo una asola in gomma sul retro a cui agganciare una luce a clip e una banda rifrangente che copre i tre lati. Una guarnitura rifrangente orla anche le bandelle in tessuto delle cerniere.

6066 Survival Tool Wedge II 07 6067 Survival Tool Wedge II 08 6068 Survival Tool Wedge II 09 6069 Survival Tool Wedge II 10

Ma i pregi di questa borsa sono tutti celati all’interno.

Nella tasca inferiore troviamo, ripiegata e assicurata da una fascetta elastica, la pratica custodia impermeabile.

6070 Survival Tool Wedge II 11 6071 Survival Tool Wedge II 12

Il suo squillante giallo garantisce ulteriore aumento della visibilità, e con la pioggia è sempre buona cosa. Una apposita apertura è dedicata alla fascetta in velcro per il reggisella, quindi montarla è molto pratico e veloce.

6072 Survival Tool Wedge II 13

La tasca superiore è quella che nasconde però gli oggetti più preziosi; aprendola vediamo fare capolino una buona dotazione di attrezzi, compresi quindi nel prezzo di acquisto della borsa; e questo spiega e giustifica l’esborso richiesto.

6073 Survival Tool Wedge II 14

Su un pannello sagomato e facilmente removibile (due placchette in velcro garantiscono la tenuta all’interno della borsa) troviamo un minitool, una chiave multipla per raggi, una combinata 8/10, due leve per copertoni, toppe adesive, uno smagliacatena e l’uncino per tenere unita la catena durante la rimozione del pin.

6074 Survival Tool Wedge II 15 6075 Survival Tool Wedge II 16

Il minitool ha sette elementi di buona fattura, molto solida.

6076 Survival Tool Wedge II 17 6077 Survival Tool Wedge II 18

In dettaglio prevede una serie di chiavi a brugola in misura 2, 3, 4, 5 e 6; un giravite piatto e una a croce.

6078 Survival Tool Wedge II 19 6079 Survival Tool Wedge II 20

Per essere perfetto dovrebbe avere anche la brugola da 2,5 (standard usato su alcuni impianti freno cantilever per i registri tensione molle) e una Torx T25 che è la misura solita delle viti che assicurano il disco al mozzo e, ormai, anche di molte bussole per freni caliper stradali, quelle da inserire nel telaio per serrare il corpo freno. Peccato.

Le leve per rimuovere i copertoni sono in nylon e di robusta costruzione; hanno l’uncino per assicurarle al raggio e un bottone a pressione per tenerle unite; sono due, tre sarebbe stato meglio.

6080 Survival Tool Wedge II 21 6081 Survival Tool Wedge II 22

Invece di pezze e mastice abbiamo una serie di sei pezze autoadesive con un piccolo quadrato di carta abrasiva per la pulizia della superfice della camera. Grande innovazione questa delle pezze autoadesive, io le uso da anni e mi ci trovo benissimo. Sono immediate, non ti sporchi le mani col mastice e tengono anche alte pressioni.

6082 Survival Tool Wedge II 23

Già così la dotazione è sufficiente per i normali giri sui pedali, basta aggiungere una pompa; o al telaio o una minipompa come la Airbone che uso io e che coi suoi appena 10 cm scarsi entra facilmente in qualunque borsa sottosella, anche quelle minimali e non ampie come questa.

Ma se si fermasse qui il prezzo sarebbe ancora alto, quindi c’è altra roba da vedere.

Una chiave combinata in misura 8 e 10; anche se ormai i dadi sono quasi del tutto spariti dalle bici.

6083 Survival Tool Wedge II 24

Utile invece la chiave multipla per i raggi.

6084 Survival Tool Wedge II 25

Ha quattro standard, di cui due davvero poco diffusi e questo fa la differenza perché è raro trovarli in un unico attrezzo. Abbiamo lo standard Shimano da 4,5, quello più usato dalla casa giapponese; anche se spesso quei nippli sono montati su raggi piatti e quindi occorre portarsi dietro anche una chiave apposita, altrimenti insieme al nipplo ruota pure il raggio. Poi quello Mavic “stellare” M7, lo standard di quasi tutte le ruote francesi tranne alcune sportive e quelle con raggi in carbonio. E i più tradizionali 14 e 15g, che corrispondono il primo a 3,3mm che è il nipplo universalmente montato, e il secondo a 3,23mm che è quello usato molto da Dt Swiss.

6085 Survival Tool Wedge II 26 6086 Survival Tool Wedge II 27 6087 Survival Tool Wedge II 28 6088 Survival Tool Wedge II 29

Questo attrezzino mi è simpatico, come mi è simpatico il prossimo: uno smagliacatena scomponibile, adatto per catene fino a 10v, volendo ci fai anche le 11v ma poi non le ribatti.

6089 Survival Tool Wedge II 30

L’impugnatura deve essere avvitata al corpo dello smagliacatena che ha pin removibile (sostituibile quando usurato) e viene azionato dall’innesto a brugola; quindi deve essere usato sempre con il minitool o comunque una chiave a brugola da 6 che fornisca buona leva.

6090 Survival Tool Wedge II 31 6091 Survival Tool Wedge II 32 6092 Survival Tool Wedge II 33 6093 Survival Tool Wedge II 34

L’ho provato su un pezzo di catena e il suo lavoro lo fa, anche se la forma dell’impugnatura è piccolina. Ma l’ampia e decisa zigrinatura impedisce che scappi dalla mano.

Impugnatura che ha doppia funzione: alloggiamento per l’uncino, molto comodo quando smagliamo per togliere tensione alla catena (in piccolo è lo stesso che uso sempre io quando smaglio una catena) e, rimuovendo il tappo in gomma, offrire alloggio ai pin catena di ricambio ma non a una falsamaglia, non c’entra.

6094 Survival Tool Wedge II 35 6095 Survival Tool Wedge II 36

Poiché è disponibile come ricambio il solo QuickClick F25 è possibile usare la stessa borsa su diverse bici, agganciandola su quella su cui pedaliamo quel giorno.

6096 Survival Tool Wedge II 37 6097 Survival Tool Wedge II 38

Chiudo con le dimensioni che sono: 16,5 cm di lunghezza, 10,5 cm di larghezza massima e 5,5 minima e poco più di 12cm in altezza, tenendola a soffietto di espansione chiuso.

6098 Survival Tool Wedge II 39 6099 Survival Tool Wedge II 40 6100 Survival Tool Wedge II 41 6101 Survival Tool Wedge II 42

Una borsa di ottima fattura, sia per materiali che per finitura; la capienza è elevata, è possibile riporvi due camere, una minipompa, piccoli oggetti. Anche la copertura impermeabile è di robusta fattura, solida: si vede che non la strappi appena la calzi sulla borsa.

La dotazione di attrezzi invece mostra qualche limite; non sulla qualità, maneggio attrezzi da anni e li riconosco al “tatto” quelli buoni. Piuttosto l’assortimento. Un piccolo sforzo e il minitool sarebbe stato perfetto: aggiungendo una Torx T25, una brugola da 2,5 e magari quella da 8 col sistema a bussola removibile (in pratica la punta da 8 si innesta sulla chiave da 6 per risparmiare spazio); così come una terza leva per copertoni avrebbe potuto trovare spazio e non sarebbe poi stato chissà che costo in più. Certo, la dotazione è ampliabile e può essere calibrata sulle singole esigenze, ma poi a questo punto tanto vale farsi una dotazione per conto proprio. Così com’è soddisfa molti ciclisti, ancora poco e potrebbe soddisfarne un numero maggiore.

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un commento oppure clicca sul pulsante “Mi piace”. Puoi condividerlo con i tuoi amici sui tuoi social o inviarlo loro via email, basta un clic sui pulsanti in basso. E se vuoi essere sempre aggiornato su ogni nuova pubblicazione non dimenticare di iscriverti al blog.

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Qui di seguito un riepilogo degli attrezzi e dei prodotti utilizzati; se deciderai di acquistarli tramite questi link non otterrai sconti né li pagherai di più: avrai però contribuito a sostenere il blog e di questo ti ringrazio. Ricorda però che l’acquisto dovrà avvenire tramite questi link entro le 24 ore dal momento che lo hai inserito nel carrello. Se chiudi la navigazione o acquisti dopo le 24 ore al blog non sarà riconosciuto alcunché.

Prova gratuitamente per 30 giorni Amazon Prime

 

 

 

 

 

 

 

Commenta anche tu!