Surly Cross Check, presentazione

Per farmi perdonare la lunga attesa eccovi una rapida presentazione fotografica dell’ultima nata in microfficina.

Ci è voluto tempo a causa di alcune modifiche in corso d’opera e del ritardo nell’arrivo di alcuni componenti.

Poco testo, sarò didascalico. Per gli approfondimenti aspetteremo la pubblicazione della prova su strada, massimo entro due settimane.

Ecco la bici in configurazione finale o quasi; mancano pochi dettagli, un dente di cane, una borsa sottosella e poco altro.

5701 Surly Cross Check by Elessarbicycle 01 5702 Surly Cross Check by Elessarbicycle 025703 Surly Cross Check by Elessarbicycle 03 5704 Surly Cross Check by Elessarbicycle 045705 Surly Cross Check by Elessarbicycle 86 5706 Surly Cross Check by Elessarbicycle 875707 Surly Cross Check by Elessarbicycle 95 5708 Surly Cross Check by Elessarbicycle 965709 Surly Cross Check by Elessarbicycle 150 5710 Surly Cross Check by Elessarbicycle 1515711 Surly Cross Check by Elessarbicycle 154 5712 Surly Cross Check by Elessarbicycle 155

La trasmissione vede una guarnitura Velo Orange Grand Cru Drillium, personalizzata da me smaltando sia i fori che le fresature di alleggerimento delle corone; una personalizzazione discreta, nella vista frontale nemmeno si nota, solo spostando lo sguardo lateralmente.

5713 Surly Cross Check by Elessarbicycle 05 5714 Surly Cross Check by Elessarbicycle 065715 Surly Cross Check by Elessarbicycle 07 5716 Surly Cross Check by Elessarbicycle 085717 Surly Cross Check by Elessarbicycle 09 5718 Surly Cross Check by Elessarbicycle 105719 Surly Cross Check by Elessarbicycle 11 5720 Surly Cross Check by Elessarbicycle 12

Cambio a gabbia lunga, supporta fino al 32, e deragliatore per doppia sono della giapponese SunXcd. Scelto in versione a fascetta, più pratico nel caso questi componenti dovessero traslocare su altro telaio.

5721 Surly Cross Check by Elessarbicycle 13 5722 Surly Cross Check by Elessarbicycle 145723 Surly Cross Check by Elessarbicycle 15 5724 Surly Cross Check by Elessarbicycle 16

Anche i comandi cambio sono della stessa casa, col destro provvisto di indicizzazione; sono pensati per uso sull’obliquo, ma ho adattato due supporti di altra casa e montati in posizione bar end. Il supporto destro ha richiesto un minuzioso lavoro di mola, la circonferenza della leva urtava sul supporto impedendo l’innesto del rapporto maggiore. Una riverniciata in tinta col telaio e la lucidatura a specchio della vite di aggancio hanno completato il lavoro.

5725 Surly Cross Check by Elessarbicycle 17 5726 Surly Cross Check by Elessarbicycle 185727 Surly Cross Check by Elessarbicycle 19 5728 Surly Cross Check by Elessarbicycle 20

Al telaio quindi ho applicato due registri a vite, anch’essi verniciati sempre da me in tinta.

5729 Surly Cross Check by Elessarbicycle 21

Pacco pignoni di casa Shimano, scala 11-32; che insieme alla corona da 34 fornisce sufficiente agilità.

5730 Surly Cross Check by Elessarbicycle 22 5731 Surly Cross Check by Elessarbicycle 23

A proteggere il fodero basso dai colpi della catena un altro accessorio Velo Orange: un batticatena in cuoio.

5732 Surly Cross Check by Elessarbicycle 24

Le leve freno le ho già presentate qui sul blog; la foratura si abbina perfettamente con quella delle corone. Non ho provveduto a smaltare i fori però, data la forma complessa ne sarebbe risultato un effetto troppo invasivo e non mi piaceva.

5733 Surly Cross Check by Elessarbicycle 25 5734 Surly Cross Check by Elessarbicycle 26

Leve che comandano un set di freni cantilever, anche qui Velo Orange.

5735 Surly Cross Check by Elessarbicycle 27 5736 Surly Cross Check by Elessarbicycle 285737 Surly Cross Check by Elessarbicycle 29 5738 Surly Cross Check by Elessarbicycle 30

All’anteriore un fermaguaina a sterzo, al posteriore l’originale Surly; per comodità ho eliminato le viti di fermo cavo ai ponticelli freno e assicurato le guaine tra loro con un doppio uncino.

5739 Surly Cross Check by Elessarbicycle 31 5740 Surly Cross Check by Elessarbicycle 325741 Surly Cross Check by Elessarbicycle 33 5742 Surly Cross Check by Elessarbicycle 34

Piega, attacco manubrio e reggisella sono le nuove versione Classic di casa Ritchey.

5743 Surly Cross Check by Elessarbicycle 35 5744 Surly Cross Check by Elessarbicycle 365745 Surly Cross Check by Elessarbicycle 37 5746 Surly Cross Check by Elessarbicycle 385747 Surly Cross Check by Elessarbicycle 39 5748 Surly Cross Check by Elessarbicycle 40

La sella è stata cambiata dopo un test su strada; la Brooks Team Pro inizialmente scelta da Antonello (a mia insaputa…) si è rivelata inadatta a causa della poca possibilità di arretrare sul carrello. Sostituita con la sorella B15, perfetta su questa bici.

5749 Surly Cross Check by Elessarbicycle 41 5750 Surly Cross Check by Elessarbicycle 425751 Surly Cross Check by Elessarbicycle 43 5752 Surly Cross Check by Elessarbicycle 44

Anche per il nastro manubrio abbiamo scelto la (ex) casa inglese; per la chiusura ho preferito la tecnica dell’incordatura, la spiegherò in futuro sul blog.

5753 Surly Cross Check by Elessarbicycle 45 5754 Surly Cross Check by Elessarbicycle 465755 Surly Cross Check by Elessarbicycle 47 5756 Surly Cross Check by Elessarbicycle 48

Ancora di Velo Orange le ruote, coi mozzi a flangia alta debitamente forati.

5757 Surly Cross Check by Elessarbicycle 49 5758 Surly Cross Check by Elessarbicycle 505759 Surly Cross Check by Elessarbicycle 51 5760 Surly Cross Check by Elessarbicycle 525761 Surly Cross Check by Elessarbicycle 53 5762 Surly Cross Check by Elessarbicycle 54

Parafanghi in alluminio martellato a fasciare le gomme.

5763 Surly Cross Check by Elessarbicycle 55 5764 Surly Cross Check by Elessarbicycle 565765 Surly Cross Check by Elessarbicycle 57 5766 Surly Cross Check by Elessarbicycle 58

Due portapacchi, uno al posteriore e l’altro all’anteriore; abbellito quest’ultimo dal Six Pack e da un apribottiglie artigianale fatto da me.

5767 Surly Cross Check by Elessarbicycle 59 5768 Surly Cross Check by Elessarbicycle 605769 Surly Cross Check by Elessarbicycle 61 5770 Surly Cross Check by Elessarbicycle 625771 Surly Cross Check by Elessarbicycle 63 5772 Surly Cross Check by Elessarbicycle 64

Portaborraccia in acciaio.

5773 Surly Cross Check by Elessarbicycle 65 5774 Surly Cross Check by Elessarbicycle 66

Oltre la personalizzazione della guarnitura e l’apribottiglie visto sopra, conosciamo già la lavorazione del tappo serie sterzo; ho dato una ripassata alla vernice aggiungendo limatura d’alluminio per donare risalto.

5775 Surly Cross Check by Elessarbicycle 67 5776 Surly Cross Check by Elessarbicycle 68

Anche il collarino reggisella è passato tra le mie mani, ho volutamente lasciato i bordi esterni non perfetti.

5777 Surly Cross Check by Elessarbicycle 69 5778 Surly Cross Check by Elessarbicycle 70

Tutte le brugole necessarie al collegamento degli accessori le ho incise con un doppio canale che poi ho smaltato, sempre in tinta col telaio. Non è sfuggita nemmeno la brugola del reggisella. I dadi ciechi con cui ho fissato i parafanghi giocano anch’essi sul tema lucido/nero che è quello di tutta la bici.

5779 Surly Cross Check by Elessarbicycle 71 5780 Surly Cross Check by Elessarbicycle 725781 Surly Cross Check by Elessarbicycle 73 5782 Surly Cross Check by Elessarbicycle 745783 Surly Cross Check by Elessarbicycle 75 5784 Surly Cross Check by Elessarbicycle 765785 Surly Cross Check by Elessarbicycle 77 5786 Surly Cross Check by Elessarbicycle 785787 Surly Cross Check by Elessarbicycle 79 5788 Surly Cross Check by Elessarbicycle 805789 Surly Cross Check by Elessarbicycle 81 5790 Surly Cross Check by Elessarbicycle 82

Bene, come promesso non mi sono dilungato in chiacchiere; era giusto mostrare questa bici, nata dalla comune passione mia e di Antonello. Ho avuto massima libertà e confesso di essermela presa tutta. Ma penso ne sia valsa la pena; anzi ne sono sicuro perché se aveste visto il sorriso di Antonello mentre la provava, seppure in versione “lavori in corso” beh che dire, per me è stata una gran soddisfazione.

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un commento oppure clicca sul pulsante “Mi piace”. Puoi condividerlo con i tuoi amici sui tuoi social o inviarlo loro via email, basta un clic sui pulsanti in basso. E se vuoi essere sempre aggiornato su ogni nuova pubblicazione non dimenticare di iscriverti al blog.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali. I pulsanti in basso ti permettono di trovarmi sui tuoi social.

COMMENTS

  • Bellissima! complimenti vivissimi

    • Elessarbicycle

      I complimenti li giro ad Antonello, come recita il tappo della serie sterzo la bici è sua. Io ci ho solo messo le mani. Solo? ehehehehehehehe

      Fabio

  • Enzo

    Uno spettacolo. Chapeau!

  • Stefano

    Non ho parole, uno spettacolo!

  • Daniele

    Bella, bella bella!
    Immagino già solo la pazienza nel lavorare (sicuramente a mano) le teste delle viti e verniciarne le gole e le scritte una ad una.
    Ps. poi cifarei vedere come hai fatto, immagino? 😉
    Comunque complimenti, anche al tuo amico per la scelta dll’allestimento; azzeccatissimo.

    Daniele

    • Elessarbicycle

      No Daniele, tutte le operazioni non le mostrerò, c’è una difficoltà oggettiva nel creare immagini o video che io, tutto da solo, non posso affrontare. Forse la tecnica dell’incordatura, ma anche lì in autoscatto alla fine è venuto fuori poco di decente.

      Fabio

  • marco

    A.F.RO.C.

    Acronimo napoletano che esprima meraviglia e sorpresa

    • Elessarbicycle

      Eh già, noi partenopei col dono della sintesi 🙂
      Mandami un messaggio venerdì, così sabato la vedi dal vivo. Se sei da queste parti sul presto, dalle 10 in poi vorrei uscire.

      Fabio

  • claudio

    Bella, molto bella. Coerente ed armonica.
    Una Surly nobilitata dal montaggio Velo Orange e raffinata dalle tue personalizzazioni adorabili e maniacali.
    Insomma la degna cugina di Elessar nonostante il telaio di serie.

    Anche il tubo sterzo corto – come d’abitudine della casa e che non mi ha mai entusiasmato – risulta ben mitigato dall’allestimento tutto silver della zona sterzo.

    Splendido il collarino reggisella, Ne ho uno uguale tutto nero, ora vado ad osservarlo da vicino per capire la tua modifica.

    Unica pecca la mancanza dell’impianto d’illuminazione che – dopo la bici da città – quest’anno monterò anche su quella da viaggio.
    Per me irrinunciabile, il vero lusso in bici strizzando un occhio alla sicurezza (in città acceso anche di giorno).
    Inoltre ben si coniuga con lo spirito vagabondo di una bici di questo tipo.
    Avere il Six Pack senza poter trincare al tramonto….

    c.

    • Elessarbicycle

      Ciao Claudio, al collarino ho semplicemente rimosso la vernice nelle zone in rilievo dando poi il lucido e lasciando apposta meno rifinite le circonferenze inferiore e superiore.
      Alle luci stiamo pensando, ho qui un impianto ma non ho capito se sarà quello che monteremo; vogliamo prima decidere la borsa sottosella, capire gli spazi disponibili e valutare quindi se creare dei supporti appositi o cercare spazio sulla bici. Però il telaio è compatto (tg 50) e la soluzione esteticamente più gradevole, ossia attaccarle ai parafanghi, non è praticabile perché questi sono troppo sottili e leggeri.
      L’unica cosa che sarà cambiata a breve sono gli spessori; questi non li conoscevamo, in foto sembravano carini, dal vivo pessimi. Presi insieme ad altra roba per ammortizzare con la spedizione, ma si sono rivelati deludenti per qualità e finitura. Infine la forcella forse sarà ulteriormente accorciata, ma solo dopo che Antonello avrà girovagato per qualche tempo. Insomma, abbiamo queste ed altre cose ancora da fare, ma per ora volevamo mettere la bici in strada, gli ultimi dettagli li rifiniremo più in là.

      Fabio

  • marco

    Tantissimi complimenti per il lavoro e soprattutto per la capacità (e pazienza) di riportare tutto sul blog con immagini e spiegazioni. E’ veramente utile! Grazie ancora!
    P.S.Che marca/modello sono le leve freno? Non riesco a trovare l’articolo che ne parla.

    Marco Z.

  • Adriano

    Fabio, per i pedali su quali avete optato? Sono flat o anche con attacco spd?
    grazie e ….meraviglia!

    • Elessarbicycle

      Ciao Adriano, i pedali scelti sono i Crank Brothers Eggbeater 3 visto che quello lo standard che usa il proprietario anche sulle altre bici e non avrebbe avuto senso cambiare, dovendo poi acquistare altre scarpe o dovendo sostituire le tacchette a seconda della bici usata.
      Li appena recensiti in questo articolo .

      Fabio

Commenta anche tu!