Smontare e montare il BB30

Perché smontare e montare? Perché mi sono trovato a dover sostituire i cuscinetti di un movimento centrale BB30 e ho pensato fosse cosa buona ricavarne un articolo. In realtà no, confesso che l’avevo escluso. Poi il buon discepolo Daniele mi ha fatto notare che sarebbe stata una occasione sprecata.

Sostituzione dei cuscinetti significa rimuovere i vecchi e installare i nuovi, quindi quest’articolo, almeno nella sua seconda parte, può valere anche per chi si trovi a montare per la prima volta un movimento BB30 su telaio nudo.

Ma andiamo con ordine e iniziamo a capire cos’è un movimento BB30. Più che movimento centrale è corretto parlare di scatola movimento in formato BB30. Uno standard introdotto da Cannondale anni addietro e che si caratterizza per avere i cuscinetti direttamente pressati all’interno della scatola movimento. Senza l’intermediazione delle calotte come nel Press-fit.

I cuscinetti hanno diametro esterno da 42mm mentre quello interno è ben 30mm, quindi per un asse della guarnitura dimensionato abbondante.

Io non ho mai fatto mistero di non essere un fan del BB30, e forse il fatto che altri produttori non lo adottino (pochissime case oltre Cannondale hanno seguito questa strada) potrebbe significare che in fin dei conti tanti vantaggi non ci sono. E in commercio esistono decine di kit di conversione per montare altri standard, compreso il buon caro Bsa…

Vero che un asse da 30mm significa notevole rigidità, e parlando di guarniture e movimento non è cosa cattiva. Vero però che i cuscinetti così grandi e così esposti sono anche delicati, si usurano precocemente e richiedono costanti attenzioni. Ma questo è solo il mio punto di vista, se gli ingegneri Cannondale hanno spinto verso questo standard avranno le loro ragioni. Quali che siano qui non importa, noi dobbiamo solo vedere come lavorarci su senza far danni.

Doverosa premessa: ero titubante alla stesura di quest’articolo perché l’operazione è piuttosto semplice, anche se al solito richiede una certa esperienza, ma soprattutto necessita di attrezzi abbastanza costosi. Vale la pena per chi ha necessità di cambiare due cuscinetti acquistarli o è meglio andare dal meccanico? Io consiglio un buon meccanico, però il gusto di far da sé, lo sappiamo, non ha prezzo…

Quello che assolutamente sconsiglio è ricorrere a presse o estrattori autocostruiti: o si possiede un tornio e le capacità di usarlo, oppure inutile provarci. Certo, la rete abbonda di persone che installano i Press-fit a martellate e dicono che è perfetto: non è perfetto, ma nemmeno per idea. L’inserimento dei cuscinetti è la fase più delicata, fa la differenza tra un movimento che dura migliaia di chilometri e uno che dopo poche centinaia è da buttare, senza contare i danni alla scatola movimento. Vi siete sempre trovati bene con i miei consigli, sapete che dove è possibile ricorrere ad attrezzi autocostruiti lo dico. Qui no, non è possibile.

Iniziamo allora proprio dagli attrezzi.

Ci servono una chiave dinamometrica con bussola a brugola da 10.

4568 Montare smontare BB30 01

Un estrattore per cuscinetti; quello raffigurato in basso è adatto a diversi standard e usi, dal BB30 all’Ultra-Torque passando per vari Press-fit. Esistono anche del tipo a battuta, ossia “tubi” sagomati da inserire e poi con colpo di martello fanno uscire i cuscinetti; lo vedremo in azione parlando del Press-fit. La FSA propone un suo economicissimo attrezzo, da inserire all’interno della scatola movimento e poi, usando un puntone, battere per tirar via il cuscinetto. Esistono altri estrattori specifici per BB30 a vite, ma sono solo per quello e per una officina domestica è antieconomico, meglio ricorrere ad un attrezzo multistandard: un poco più laboriosa da usare , ma il risparmio vale il maggior tempo impiegato.

4569 Montare smontare BB30 02 4570 Montare smontare BB30 03

Una pinza per anelli Seeger.

4571 Montare smontare BB30 04

Una pressa per cuscinetti; anche qui l’attrezzo è multiuso, lo abbiamo visto nell’articolo sugli attrezzi da bici, nel senso che ha elementi di spinta per coprire sia il BB30 che il BB86 e il BB90.

4572 Montare smontare BB30 05 4573 Montare smontare BB30 06

Il nostro caro buon martello di gomma.

4574 Montare smontare BB30 07

Bene, abbiamo gli attrezzi, usiamoli.

Poiché ho detto all’inizio che avremmo parlato della sostituzione, è necessario anzitutto rimuovere i vecchi cuscinetti. E la prima operazione è sfilare via la pedivella sinistra, che ha il suo bel brugolone da 10 autoestraente: ossia basta svitare e viene via tutta la pedivella.

4575 Montare smontare BB30 08 4576 Montare smontare BB30 09

Innestiamo la nostra brugola, dopo un primo inizio molto leggero avvertiremo maggior forza: niente paura, è la brugola autoestraente che sta lavorando. Non fermiamoci e svitiamo fino in fondo.

4577 Montare smontare BB30 10

Ed ecco la parte interna dell’attacco della pedivella.

4578 Montare smontare BB30 11

Sfiliamo la rondella ondulata e il parapolvere.

4579 Montare smontare BB30 12 4580 Montare smontare BB30 13

Ecco apparire l’asse dal lato sinistro completamente libero.

4581 Montare smontare BB30 14

E’ possibile, anzi probabile, che l’ossido abbia fatto il suo sporco lavoro e la guarnitura sia restia a lasciare la sua sede. Qualche colpo con il nostro inseparabile martello in gomma la convincerà facilmente.

4582 Montare smontare BB30 15

Infatti la guarnitura è venuta via.

4583 Montare smontare BB30 16

Non so se le immagini in basso rendano l’idea di quanto sia massiccio l’asse di una guarnitura per BB30.

4584 Montare smontare BB30 17 4585 Montare smontare BB30 18

Adesso tocca ai vecchi cuscinetti abbandonare il telaio. Ricorriamo all’estrattore.

4586 Montare smontare BB30 19 4587 Montare smontare BB30 20

In realtà questo estrattore è più agevole usarlo in piano e non col telaio in verticale come sto facendo io, perché gli “uncini” che devono fissarsi al cuscinetto scivolano mentre si armeggia. Esigenze fotografiche mi hanno imposto il lavoro in verticale, ma voi che le foto non dovete farle e volete usare lo stesso estrattore, poggiate il telaio sul banco, più comodo.

Il principio di funzionamento di questo attrezzo è semplice: due bracci da inserire all’interno del cuscinetto, due mezzelune a battuta sulla scatola; svitando, gli uncini dei bracci agganciano il cuscinetto e lo trascinano fuori dalla scatola movimento grazie alla forza opposta esercitata proprio sulla scatola dalle due mezzelune dell’attrezzo.

Ok, meglio le foto, più chiare…

4588 Montare smontare BB30 21 4589 Montare smontare BB30 22

Cuscinetto estratto.

4590 Montare smontare BB30 23

Una volta rimosso il cuscinetto troveremo un anello Seeger; ce ne sono due, uno per lato.

4591 Montare smontare BB30 24

Pinza per anelli Seeger e togliamo pure loro.

4592 Montare smontare BB30 25 4593 Montare smontare BB30 26

In caso di semplice sostituzione dei cuscinetti non sempre è necessario montare anche nuovi anelli Seeger; io lo faccio per principio, preferisco roba nuova, ma insomma, un tantino eccessivo forse lo sono…

Prendiamo i nostri ricambi, di solito il kit è venduto completo di due cuscinetti, due parapolvere, due anelli Seeger e la rondella ondulata.

4594 Montare smontare BB30 27

Una bella pulita alla scatola movimento, magari se c’è ossido anche una passata di carta abrasiva (ad acqua) in grana da 1200 a salire. Si intravede all’interno la scanalatura destinata a riaccogliere l’anello Seeger.

4595 Montare smontare BB30 28 4596 Montare smontare BB30 29

Da qui in poi quello che vedremo vale anche nel caso di prima installazione.

Un bella spennellata di grasso; non molto visibile in foto, ho usato grasso bianco al litio. Lo scopo è favorire l’inserimento dei cuscinetti e preservare dall’ossidazione.

4597 Montare smontare BB30 30

Inseriamo per prima cosa gli anelli Seeger, sia a destra che a sinistra.

4598 Montare smontare BB30 31 4599 Montare smontare BB30 32

Assicuriamoci che sia perfettamente in sede nella sua scanalatura.

4600 Montare smontare BB30 33

Con gli anelli installati è il turno dei cuscinetti. Ci serve la pressa con gli elementi specifici per BB30.

4601 Montare smontare BB30 34

Montiamo un cuscinetto sull’elemento di spinta.

4602 Montare smontare BB30 35

Facciamo lo stesso dall’altro lato e inseriamo la pressa.

4603 Montare smontare BB30 36 4604 Montare smontare BB30 37

Questo è il momento più importante: dobbiamo assicurarci che la prima fase di ingresso dei cuscinetti, quando sono appena impuntati nella scatola movimento, sia perfettamente dritta.

4605 Montare smontare BB30 38 4606 Montare smontare BB30 39

Basta pochissimo perché si crei una anomala tensione nel cuscinetto che significa una vita utile molto breve. Quindi massima attenzione, verifichiamo bene a destra e sinistra e solo dopo che siamo ragionevolmente sicuri iniziamo a pressare.

4607 Montare smontare BB30 40

Il cuscinetto è leggermente incassato nella scatola movimento: dobbiamo fermarci quando avvertiamo la resistenza aumentare, perché significa che il cuscinetto ha incontrato l’anello Seeger. Non dobbiamo in pratica mandare la pressa in battuta sulla scatola movimento.

4608 Montare smontare BB30 41

Se resta spazio è normale, quello su cui dobbiamo fare affidamento è la risposta dell’attrezzo: aumento della pressione, siamo arrivati. Stop.

4609 Montare smontare BB30 42 4610 Montare smontare BB30 43

Cuscinetti montati.

4611 Montare smontare BB30 44

Una spennellata di grasso, sia al profilo interno che sulla superfice a vista. Il grasso nel profilo interno serve a favorire l’inserimento dell’asse; quello sulla superfice ha solo scopo protettivo: evitare l’ingresso di acqua e sporco.

4612 Montare smontare BB30 45

Prendiamo i due parapolvere e montiamone uno per lato; il grasso appena dato li terrà in sede.

4613 Montare smontare BB30 46 4614 Montare smontare BB30 47

Una altra bella spalmata di grasso sull’asse delle guarnitura; come sopra, serve a migliorare l’inserimento e prevenire l’ossidazione. Un poco di grasso anche per la filettatura del bullone autoestraente. Sembra tanto, ma in realtà è un velo. Spicca solo perché è candido.

4615 Montare smontare BB30 48 4616 Montare smontare BB30 49

Inseriamo la guarnitura, qualche colpo deciso e andrà in sede.

4617 Montare smontare BB30 50

Spostiamoci a sinistra e infiliamo sull’asse la rondella ondulata.

4618 Montare smontare BB30 51 4619 Montare smontare BB30 52

Rimontiamo la pedivella, meglio se con la chiave dinamometrica; la forza da applicare dipende dalla guarnitura. In linea di massima varia tra i 30 e i 40 Nm, alcuni si spingono fino a 45 Nm ma, ripeto, è dato che varia da guarnitura a guarnitura e il produttore lo indica sempre.

4620 Montare smontare BB30 53

Abbiamo finito, è stato facile, visto?

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un commento oppure clicca sul pulsante “Mi piace”. Puoi condividerlo con i tuoi amici sui tuoi social o inviarlo loro via email, basta un clic sui pulsanti in basso. E se vuoi essere sempre aggiornato su ogni nuova pubblicazione non dimenticare di iscriverti al blog.


Qui di seguito un riepilogo degli attrezzi e dei prodotti utilizzati; se deciderai di acquistarli tramite questi link non otterrai sconti né li pagherai di più: avrai però contribuito a sostenere il blog e di questo ti ringrazio. Ricorda però che l’acquisto dovrà avvenire tramite questi link entro le 24 ore dal momento che lo hai inserito nel carrello. Se chiudi la navigazione o acquisti dopo le 24 ore al blog non sarà riconosciuto alcunché.

Estrattore cuscinetti Ultra Torque, BB30-BB86-BB90, link a Ebay.

Estrattore cuscinetti FSA BB30, link a Ebay

Estrattore a vite per cuscinetti BB30, link a Ebay

 

 

 

 

 

 

 

COMMENTS

  • Semplice! Un gioco da ragazzi! Ma con una buona guida e delle foto, ancora di più!
    😉

    Daniele

    • Elessarbicycle

      Beh, come vedi alla fine l’ho scritto, non è vero che non ascolto mai i consigli altrui… 😛
      Resto perplesso sulla reale utilità perché gli attrezzi costano e per una sostituzione una tantum la spesa non è giustificata. Ci fosse stata la possibilità di ricorrere a una tecnica alternativa, magari con attrezzi autocostruiti, allora si sarebbe stato interessante. Ma qui no, anche con la giusta pressa bisogna saperla manovrare con attenzione, avere l’occhio per individuare il momento giusto per spingere e capire bene quando è il momento di fermarsi. Figuriamoci se uno lo può fare a martellate. Nemmeno una pressa autocostruita va bene, a meno di non tornire con precisione gli elementi di spinta. Ma uno che sa usare un tornio con perizia ha già le idee chiare, non gli servono le mie guide.
      Comunque teniamolo tra le curiosità, adesso sappiamo come si fa 🙂

      Fabio

Commenta anche tu!