Scarpe BRN Cross

Introduzione

Su questo blog manca il mondo Mtb; per mia scelta, non è un tipo di bici che mi appassiona. Mi diverte la guida in fuoristrada, sia chiaro, ma devo impugnare una piega da corsa per sentirmi felice in sella. Per questo ho deciso di proporvi un test di scarpe da fuoristrada: le BRN Cross. Non ci state capendo niente eh? Lo so, lo faccio apposta 🙂

Scherzi a parte, sapete che uso spesso i pedali con attacco Spd anche su bici stradali e che vago per boschi e sentieri appena posso, sempre con bici di impostazione tuttofare, adesso le chiamiamo Gravel. E’ un tipo di ciclismo dove non ti limiti a pedalare: ti fermi per una foto, fai due passi per visitare un luogo, percorri alcuni tratti bici al fianco perché rapporti e gomme non ti permettono di avere trazione su quella pendenza o semplicemente ti godi la lentezza del gesto. Quindi la scarpa non resterà sempre attaccata al pedale, ma spesso lavorerà come una scarpa e basta. Ed è questa la chiave di lettura del test. Un test diverso, a più ampio respiro diciamo così; in fin dei conti io mi immedesimo in voi ciclisti, cerco di capire le necessità in modo da fornirvi le informazioni che vi servono. E iniziamo col conoscere prima il marchio.

BRN indica Bernardi Componenti per Ciclo, uno dei più grossi distributori nazionali, se non il più grosso, di accessori e componenti per ciclismo. Da diversi anni offre alcuni prodotti a proprio marchio e da questo ha introdotto una linea di abbigliamento molto completa col proprio logo.

Non vende direttamente ai privati, è appunto un distributore; ma sono tanti i negozi sul territorio nazionale che si riforniscono al loro catalogo. Catalogo che ogni anno scarico con puntualità, perché solo lì ho trovato spesso quei piccoli ricambi e parti che mi servono per completare una revisione o un restauro. Sfogliandolo al momento dell’uscita vidi la linea di abbigliamento, e mi appuntai il memo di fare qualche ricerca ulteriore per un possibile test.

Perché nei test io cerco prodotti particolari oppure dall’ottimo rapporto qualità/prezzo; o accessori e componenti sfiziosi o per i quali vale la pena l’acquisto perché offrono molto chiedendo poco. Il caso cioè di queste scarpe, che sulla carta vantano ottime soluzioni tecniche, tipiche di calzature che costano almeno un 30-35% in più; ma sulla carta, per potermi pronunciare le dovevo usare per cui ho chiesto a BRN un esemplare in prova. E poi non nascondo che quando posso mi fa piacere proporvi un prodotto nostrano. Non sono campanilista, ma sapeste come è più semplice quando all’altro capo del telefono parlano la stessa tua lingua 😀

Possiamo partire e fare conoscenza con queste BRN Cross.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore. Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali. I pulsanti in basso ti permettono di trovarmi sui tuoi social.

Commenta anche tu!