Noene Ergopro AC+

Introduzione

Con il test delle solette Noene Optimum OFP2 pensavo di aver concluso il mio lungo viaggio tra i prodotti della azienda svizzera. Così non è stato perché ho accettato l’invito della Noene Italia di sottoporre a un test ciclistico anche una altra soletta: la Ergopro AC+ che, lo si vede subito anche senza essere un esperto, trova nella camminata e corsa a piedi i suoi terreni d’elezione.

E’ un prodotto abbastanza diverso da quelli testati qui fino ad oggi, tutti accumunati dall’avere l’intera superfice ricavata  dall’elastomero Shock Absorbing e avere o no un ulteriore rivestimento in tessuto.

Queste Ergopro AC+ hanno solo due minimi inserti dell’elastomero, una struttura in schiuma sintetica a memoria, la goccia metatarsale per distribuire la pressione di appoggio del piede a ogni passo compiuto e, last but not least, un rigido arco di supporto che aiuta ad allineare le giunture nelle articolazioni e correggere la postura; postura durante la camminata o corsa, servirà anche pedalando?

E’ quello che ho voluto scoprire e per farlo non mi sono risparmiato. Tre bici usate, tre differenti pedali, tre differenti scarpe e un lungo finale per tirare le somme di oltre 170km, col caldo.

Un test difficile rispetto agli altri svolti per provare le diverse solette Noene; difficile perché trovare una collocazione ottimale a tutte le altre è venuto naturale: con le Ergopro AC+ è stato necessario prima trovare l’ambito di utilizzo congeniale a dispiegare le loro qualità, il ciclismo giusto potrei dire.

E pagando lo scotto del mio raffronto continuo con le Optimum OFP2, davvero eccellenti durante la pedalata sportiva. Ma tanti chilometri e tante ore in sella usando le varie solette che Noene Italia mi ha messo a disposizione in questi mesi, con solerzia e attenzioni che raramente ravviso tra le aziende nostrane e senza mai mostrarsi invadente durante lo svolgimento dei lavori, mi hanno fatto accumulare esperienza: consentendomi di inquadrare queste Ergopro AC+ come non avrei potuto fare qualche mese fa.

Vediamo prima come è fatta e poi ci dedicheremo al test su strada.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali. I pulsanti in basso ti permettono di trovarmi sui tuoi social.

Commenta anche tu!