Manca sempre il tempo…

Vi siete mai chiesti qual è il vero lusso? Ville, barche, supercar? Bici esoteriche, visto che siamo su un blog di ciclismo?

Io si, me lo domando spesso; quello che più di tutto vorrei, il lusso a cui tanto aspiro è avere tempo. Tempo per riuscire a fare tutto ciò che vorrei, tempo da spendere senza nessuno che mi imponga come riempirlo: tempo per fare ciò che mi piace.

E cosa mi piace? Ho gusti variegati ma tutto sommato semplici. Leggere, scrivere, andare in bici, stare con mia figlia, non necessariamente in quest’ordine. Nulla di speciale quindi.

Messi a tavola pranzo e cena, assicurato che le bollette son pagate non inseguo chissà quali chimeriche ricchezze.

Tempo per questo blog? Si, certo, anche questo è un lusso che vorrei potermi concedere senza affanni. Perché poi, a conti fatti, è proprio lui che piano piano erode ogni giorno il tempo che potrei dedicare ad altro. Si fa sempre più vorace e basta un contrattempo che salta tutto.

Sicuramente mi piace e mi diverte, sia chiaro. Però secca dover rinunciare, per esempio, ad alcuni test che mi hanno proposto aziende leader (si, ormai gli uffici stampa o comunicazione mi contattano per primi…) perché manca appunto il tempo. Scrivere un articolo frettoloso, incompleto, malfatto non è il mio stile.

E poi sappiamo come funziona questo mondo: anni a costruirti una reputazione, una settimana a bruciarla.

Ci si è messo pure il meteo a complicarmi la vita; non tanto la nevicata, che è durata appena due giorni e che, anzi, mi è stata pure utile perché l’ho sfruttata per testare bici e copertoncini vari senza dovermela andare a cercare io a centinaia di chilometri da qui. La pioggia, questa si mi sta bloccando. Fa comodo un paio di volte, esci e provi sul bagnato. Ma un mese di cataratte dal cielo praticamente aperte quotidianamente no, è troppo.

Pure io sono poco avveduto: ho messo in lavorazione contemporaneamente materiale parecchio impegnativo. Una bici la dovresti fare quando hai solo quello per le mani; una bici capace di fare tante cose la dovresti fare quando hai solo quello per le mani e tanto tempo a disposizione. Invece io ci ho messo vicino la gamma Pirelli PZero.

Poi mi è venuta questa fregola di proporre qualcosa per l’off-road una volta smesso coi test per il ciclismo urbano; e così si salta da una bici all’altra, da un percorso all’altro, da una sensazione all’altra e a sera quel notes è un garbuglio di sigle, dati e frasi sconnesse.

Ho qui un telaio Soma Wolverine da montare e non riesco a trovare manco il tempo di vedere come è fatto…

Diciamo che sono davvero bravo a complicarmi la vita. Ah, non dimentichiamo che nel frattempo devo pure lavorare, altrimenti la baracca, pure questa, chiude.

C’è chi mi sprona ad andare avanti e chi mi chiede chi me lo fa fare. C’è chi qui ha trovato un porto sereno e chi lo sdegna come un semplice blog di biciclette.

Soprattutto ci sono i tanti che in un modo o in un altro adesso pedalano felici, perché hanno trovato la loro bici, hanno risolto il problema tecnico, sono posizionati in sella come si deve, hanno reso la loro compagna a due ruote un pezzo unico.

Ecco, è questo che giustifica e da un senso a tutte le risorse impiegate per tenere in vita questo strano blog: però manca sempre il tempo…

Buone pedalate

P.s.: brevi comunicazioni di servizio. Come sanno quelli che in questi giorni mi hanno contattato via mail, è attivo il risponditore automatico sull’indirizzo del blog. Manca, appunto, il tempo e a causa di molti impegni ho dovuto per alcuni giorni e altri a venire sospendere il disbrigo della corrispondenza. Altro; avrete notato che il lunedì cerco sempre di pubblicare un test: probabilmente lunedì prossimo, 5 marzo, salterò un turno. Credo di riuscire a recuperare nel corso della settimana.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

Commenta anche tu!