La mucca viola

La mucca viola è una metafora usata nel marketing per indicare un prodotto unico, originale.

Tutte le mucche sembrano uguali, ma una viola si staglia dalla massa.

Quando la Peuegeot è arrivata alla microfficina era davvero malmessa; una riverniciata era d’obbligo.

0055 Peugeot PY 60 06

 

Ho scelto il viola non pensando alla metafora ma per staccare, ho sempre bici bianche in tutte le candide tonalità possibili.

E, in effetti, questa Peugeot è originariamente bianco avorio.

0056 Peugeot PY 60 02

 

Ossia un tono più scuro di Elessar. Era proprio il caso di cambiare.

0057 Peugeot PY 60 31

Viola metallizzato, uno strato di trasparente protettivo e grafiche molto minimali, solo le due scritte sull’obliquo e il leone sul cannotto. Quelle si bianche: d’accordo cambiare, ma non esageriamo.

0058 Peugeot PY 60 30

 

 

Per le scritte si è adoperato il sempre gentile Francesco, titolare della Decal Design che creò le scritte per Elessar.

Verniciatura “home made”, ossia fatta in casa (anzi, in terrazza) con pistola a spruzzo. Non prima di aver sverniciato a mano il telaio, dato una mano di primer riempitivo e aver carteggiato il tutto.

Un piccolo vezzo estetico è stato verniciare anche le fresature dl reggisella; si, amo questi dettagli.

Rimontata la serie sterzo con cuscinetti nuovi ingabbiati in luogo delle sue sfere sciolte, sostituiti anche i cuscinetti del movimento centrale e lucidato la pista delle calotte e sostituito il cambio Sunrace con un Simplex d’epoca, più che altro per rispettare le specifiche dell’epoca che vedevano questa bici con cambio, deragliatore e comandi di questa marca

COMMENTS

  • Fabio,
    Per la verniciatura ‘casalinga’ é imperativo pistola con compressore oppure anche una pistola elettrica potrebbe fare il lavoro decentemente?
    Ho un telaio pronto per primer+verniciatura (stesso colore della prima bici che ebbi da bambino, ovviamente ) e sono indeciso se avvalermi di un amico con compressore o passare, autarchicamente, a una attrezzatura mia che però non potrebbe essere altro che pistola elettrica.
    Da qui il dubbio!
    Grazie, come sempre.

    • Elessarbicycle

      Ciao Adriano, non ho mai usato la pistola elettrica, sinceramente non so come verrebbe.
      Non ne conosco le “prestazioni” diciamo così, ossia con quale pressione rilascia la vernice e come la nebulizza.
      Posso solo dirti che hai bisogno di bassa pressione di esercizio, in genere intorno ai 3 bar, e di un ugello piccolo e regolabile, ossia capace di creare un flusso di uscita con un ovale molto stretto perché qui si lavora su tubi tondi e non su superfice piana e perderesti tutta la vernice.
      Mi spiace non poterti consigliare, ma preferisco sempre riportare soluzioni che ho sperimentato di persona e non avendo mai usato la pistola elettrica non saprei dirti.

      Fabio

  • Stefano

    Si può verniciare con bombolette spray?

    • Elessarbicycle

      Ciao, certo che si può, ma non è una questione di spray o compressore ma di qualità della vernice. Se per spray intendi le bombolette da 3 euro lascia perdere, il lavoro dura fino alla prima volta che usi la bici.
      O ci si rivolge ad un buon colorista che tratti vernici per carrozzeria e abbia l’attrezzatura per creare le bombolette o si acquistano direttamente le bombolette per ritocchi carrozzeria (in genere formato 400ml) a un costo dai 10/12 euro a salire e almeno il doppio per il trasparente.
      Tra fondo, colore e trasparente si spende circa 50 euro (monocromatico, di più se aumentano i colori), ma viene un buon lavoro.

      Fabio

Commenta anche tu!