Gli attrezzi per la bici, prima parte

Adesso tocca agli attrezzi per lavorare sulla bicicletta; che hanno uso specifico e spesso forma bislacca, non sempre guardandoli se ne intuisce la funzione.

Non scriverò “attrezzi necessari” perché anche qui l’unico parametro per stabilire se li dovremo acquistare o meno è se quel lavoro lo faremo noi o il meccanico. E continuo a pensare che tutto ciò che serve al normale ciclista è una buona pompa da officina e quello che riesce a contenere il borsino sottosella. Il resto è in molti casi roba da fanatici, tipo me.

Alcuni utensili hanno costi esorbitanti anche per una officina che, bene o male, ammortizzerà la spesa facendosi pagare il lavoro. Noi no, quindi averli ha poco senso. Lo stesso ne parlerò (sfruttando immagini prelevate dai siti dei produttori), ma non per suggerirne l’acquisto, piuttosto per mostrare che esistono e certi lavori possono essere (e andrebbero…) fatti; malgrado alcuni meccanici si ostinino a dichiarare che è impossibile o inutile.

Mi sono guardato in giro sulla rete per vedere cosa è stato proposto sull’argomento, sapete non mi piace pubblicare il già noto. Articoli sull’attrezzatura ne ho trovati, sarebbe stato strano il contrario. Sono liste per lo più, un elenco che è sicuramente utile ma la comprensione scarseggia. Gli attrezzi quelli sono e di loro devo scrivere, non ne posso inventare di nuovi; solo suggerire in qualche caso come costruirsene alcuni, ma lo vedremo in seguito. Quello che mi ha arrovellato è stata l’impostazione da dare perché la lista, francamente, non mi piace.

Così ho deciso per una impaginazione differente, dividendo la bici in settori e mostrando quali attrezzi servono in quella zona; profittando anche per dare qualche rapida spiegazione o rinviando ad articoli già pubblicati sul blog che quell’intervento hanno illustrato. Quello che state per leggere non è un articolo nel senso classico; non qualcosa da leggere una volta e passare oltre. La sua funzione è quella del promemoria, qualcosa da consultare ogni volta ne sentiamo la necessità. Perché vogliamo regalarci un attrezzo e non sappiamo cosa può servirci o perché vogliamo per la prima volta provare a eseguire un certo lavoro e preferiamo stabilire prima che attrezzi possono servirci, cercarli in rete per farci una idea dei costi, e valutare quindi se la spesa vale il lavoro oppure meglio lasciar perdere e delegare il meccanico.

Questo ovviamente ha allungato oltre misura il testo, costringendomi alla divisione in più parti. Però gli attrezzi non sono economici, vale la pena impiegare più tempo nella lettura sia per conoscere a fondo cosa potrebbe servirci e sia per non buttare denari visto che ogni produttore o quasi usa uno standard suo e quindi un attrezzo dedicato. Come sarebbe tutto più semplice (ed economico per noi) se usassero un solo standard per la ruota libera o il movimento centrale. Un solo attrezzo e non ci pensi più. Ma non è così, e forse non è un male: se fosse tutto semplice io di cosa scriverei?

…………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Il telaio.

Il telaio non necessita di straordinaria manutenzione; la pulizia durante la vita della bici, alcune lavorazioni prima dell’assemblaggio e a volte qualche riparazione.

Per la pulizia abbiamo l’imbarazzo della scelta tra detergenti e prodotti per la lucidatura; che non deve avere solo funzione estetica ma soprattutto protettiva. Quindi un detergente neutro (troppo aggressivo potrebbe opacizzare le vernice) e una buona crema che sia anche idrorepellente. Oltre l’acqua che possiamo prendere lungo la strada non dimentichiamo che il sudore è molto acido, una cera che lo faccia velocemente scivolare via è un toccasana. Spugna e panni morbidi per lavare e asciugare. Chi lo possiede può sfruttare il compressore per sparare via l’acqua dai punti più nascosti, soprattutto i componenti della trasmissione e le teste delle viti a brugola.

Chi possiede una bici con telaio in acciaio o alluminio può dare ogni tanto una spruzzata con un anticorrosivo. In quest’articolo è mostrata la procedura.

Tutte le bici con telaio in fibra di carbonio, moltissime con telaio in alluminio e raramente quelle con telaio in acciaio hanno il supporto cambio (detto forcellino o pendino cambio) separato dalla bici. Soluzione intelligente, una scivolata o una semplice caduta da fermo e a piegarsi è solo il forcellino e non il telaio. E poiché è assicurato al telaio con due viti, sostituirlo è un attimo. La trasmissione gratta, la catena saltella indemoniata da un pignone all’altro e pe quanti sforzi facciamo tutte le nostre regolazioni sono inutili. Che quella birbante folata di vento che mi ha fatto cadere la bici mentre prendevo il caffè abbia piegato il forcellino? Può essere, ma come lo capisco? Con uno strumento apposito, la dima che serve a verificare la sua integrità.

4038 Attrezzi per la bicicletta 01

Recupero qualche immagine già pubblicata.

4039 Attrezzi per la bicicletta 02 4040 Attrezzi per la bicicletta 03

Il funzionamento è semplice; una estremità la avvitiamo al posto del cambio e l’altra estremità, dotata di un riferimento da regolare in base a distanza e diametro della ruota, andrà poggiato in più punti della pista frenante, come spiegato anche in quest’articolo.

4041 Attrezzi per la bicicletta 04 4042 Attrezzi per la bicicletta 05

Se scopriamo che è leggermente piegato potremo sfruttare la dime come leva per raddrizzarlo a mano. A volte si tratta di un danno minimo, la sostituzione non è necessaria.

Per verificare se invece ci sono danni al telaio o alla forcella esiste un altro attrezzo che serve ad allineare i forcellini.

4043 Attrezzi per la bicicletta 06 4044 Attrezzi per la bicicletta 07

Hai dei riferimenti che devono coincidere: se dopo aver avvitato l’attrezzo ai forcellini posteriori o alla forcella questi sono sfasati allora si deve intervenire.

Ogni telaio presenta diverse filettature, dargli una ripassata non è una cattiva cosa se si presentano malandate.

Un set di maschi per filettare nelle misure più comuni della bici, ossia 3, 5, 6 e 10 e il manubrio per usarli.

4045 Attrezzi per la bicicletta 08

Perché proprio queste misure?

4046 Attrezzi per la bicicletta 09

La 3 è quasi sempre la misura delle filettature presenti sui forcellini posteriori dei telai per Fixed/Single Speed o telai in acciaio della vecchia scuola; nel primo caso i fori filettati servono ad accogliere i registri di tensione catena, nel secondo a garantire il rapido e preciso allineamento della ruota posteriore.

4047 Attrezzi per la bicicletta 10 4048 Attrezzi per la bicicletta 11

La 5 per gli attacchi di portaborraccia, portapacchi, parafanghi e altri accessori, la 6 per le bussole dei freni cantilever e V-brake.

Infine la 10 è la filettatura standard del pendino cambio.

4049 Attrezzi pe la bicicletta 12

Sono molto semplici da usare: la punta ha una estremità a profilo quadrato che andrà inserita nell’apposito manubrio; uno dei due manici è filettato e deve essere stretto intorno la punta.

4050 Attrezzi per la bicicletta 13 4051 Attrezzi per la bicicletta 14

A proposito di filettature; esistono attrezzi specifici per la lavorazione della filettatura della scatola movimento, ovviamente sia a passo inglese che italiano.

4052 Attrezzi per la bicicletta 15

Ma anche per le filettature degli attacchi pinze freno, sia diretti che post Mount.

4053 Attrezzi per la bicicletta 16 4054 Attrezzi per la bicicletta 17

Una buona abitudine quando abbiamo calotte che devono lavorare specularmente è avere un profilo perfettamente ortogonale. Sia per il tubo sterzo che per la scatola movimento esistono apposite fresatrici, con misure differenti per i diversi standard.

4055 Attrezzi per la bicicletta 18 4056 Attrezzi per la bicicletta 19

E’ anche possibile alesare il tubo piantone, in questo caso l’attrezzo dovrà essere armato con differenti alesatori a seconda del diametro che ci interessa.

4057 Attrezzi per la bicicletta 20

Frese e alesatori hanno costi elevati, oltre al fatto che hanno senso solo se uno si dota anche di tutte le diverse misure. Se li ho mostrati (con foto prelevate dal sito del produttore) non è per consigliarvi l’acquisto ma solo, come scritto in apertura, informare che esistono e certi lavori sono possibili e in molti casi auspicabili, per esempio la fresatura della scatola movimento se monteremo un movimento a calotte.

…………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Sella, reggisella, attacco manubrio e manubrio.

Sono tutti componenti dove è meglio serrare sfruttando una chiave dinamometrica. Cos’è? E’ un utensile regolabile nella forza esercitata da impostare secondo un valore di coppia massima. Raggiunta questa l’attrezzo smetterà di avvitare, andando a vuoto e avvisandoci con dei sonori “click”.

4058 Attrezzi per la bicicletta 21

In commercio ne esistono diverse versioni, una in grado di coprire fino ai 20/24 Nm è più che sufficiente per le bici. Vero che esistono alcuni componenti per i quali le case prescrivono anche coppie più elevate, ma in alcuni casi sono davvero eccessive e una buona stretta è ciò che basta.

Più difficile invece avere il controllo quando le coppie di serraggio sono basse, per esempio i 5 o 6 Nm di attacco manubrio, piega e reggisella in fibra di carbonio. In questi casi è meglio usare la dinamometrica.

Una scala graduata ci indica a quanto stiamo regolando la chiave; regolazione, in una versione come questa in foto, comandata dalla rotazione dell’impugnatura.

4059 Attrezzi per la bicicletta 22 4060 Attrezzi per la bicicletta 23

La testa è quella tipica delle chiavi a cricchetto, con la levetta per gestire la rotazione orario/antiorario.

4061 Attrezzi per la bicicletta 24

L’attacco in queste versioni più piccole è per bussole da 1/4″

4062 Attrezzi per la bicicletta 25

Significa collegare bussole e accessori con questo standard e abbiamo visto nel precedente articolo che ce ne sono a iosa.

4063 Attrezzi per la bicicletta 26 4064 Attrezzi per la bicicletta 27

Ove mai avessimo bisogno di innestare bussole di misura superiore piuttosto che acquistare una altra chiave meglio la più economica soluzione degli adattatori.

4065 Attrezzi per la bicicletta 28 4066 Attrezzi per la bicicletta 29

Sella in bolla è una espressione tipica: significa la sella perfettamente parallele al suolo. L’unico strumento che può confermarci se l’abbiamo allineata in modo corretto è la livella.

4067 Attrezzi per la bicicletta 30

Le immagini in basso mostrano appunto la sella in bolla (la sella è perfetta, la foto meno…), dove la bolla altro non è che quella d’aria della livella.

4068 Attrezzi per la bicicletta 31 4069 Attrezzi per la bicicletta 32

Anche un righello serve, in alluminio ché non flette e lungo almeno 80cm.

4070 Attrezzi per la bicicletta 33

Oltre ad essere pratico e comodo, più del metro flessibile, per conoscere la distanza dell’altezza sella o sella/manubrio, è utile anche per il corretto allineamento dei comandi, come vedemmo in quest’articolo.

4071 Attrezzi per la bicicletta 34 4072 Attrezzi per la bicicletta 35

…………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Serie sterzo.

La serie sterzo è piuttosto semplice da curare, almeno riferendoci agli attrezzi richiesti.

La serie sterzo filettata richiede una poligonale piatta, caratterizzata dal limitato spessore necessario a lavorare sulla calotta.

4073 Attrezzi per la bicicletta 36

In commercio è facile trovare versioni polimisura, di buona qualità e poco soggette a usura perché il serraggio delle calotte è sempre moderato.

4074 Attrezzi per la bicicletta 37 4075 Attrezzi per la bicicletta 38

E’ fondamentale sia sottile, altrimenti non riuscirebbe ad afferrare l’ingaggio della calotta; il dado di chiusura della serie sterzo può invece essere serrato senza problemi con una poligonale tradizionale.

4076 Attrezzi per la bicicletta 39

La procedura per usarla la scoprimmo in questo articolo.

Una serie sterzo non filettata invece richiede solo due chiavi a brugola, una da 5 e l’altra da 6; a volte basta quella da 5. Si tratta solo di smontare il tappo superiore e svitare l’attacco manubrio; una descrizione la potete trovare in quest’articolo.

La richiesta di attrezzi specifici cresce se la serie sterzo dobbiamo installarla. Per serie sterzo a calotte o semi integrate ci servirà una pressa che le spingerà per interferenza nel tubo sterzo.

4077 Attrezzi per la bicicletta 40

La ralla, anch’essa da montare per interferenza, vuole il suo attrezzo a tubo.

4078 Attrezzi per la bicicletta 41

Con differenti adattatori se lavoriamo su 1″ o 1″ e 1/8 o altre misure.

4079 Attrezzi per la bicicletta 42 4080 Attrezzi per la bicicletta 43

Come servircene lo abbiamo visto in quest’articolo.

Le serie sterzo non filettate montate su forcella in acciaio o alluminio usano il ragnetto per la regolazione del gioco; ragnetto, o spider, che vorrà anch’esso il suo attrezzo specifico per l’inserimento.

4081 Attrezzi per la bicicletta 44

Anche questa procedura è stata descritta: questo l’articolo.

La rimozione della serie sterzo senza far danni richiede due attrezzi specifici.

Il primo è dedicato alle calotte, in vendita per i differenti formati.

4082 Attrezzi per la bicicletta 45

Il secondo alla ralla.

4083 Attrezzi per la bicicletta 46

Sconsiglio di rimuovere il ragnetto, e tra l’altro non esiste uno strumento apposito.

Il costo di pressa calotte, tubo per ralla e inseritore ragnetto sfiora l’ottantina di euro se ci si muove con pazienza spulciando le offerte in rete. Conviene? Se dobbiamo montare una sola serie sterzo no. Se è operazione che svogliamo di frequente, si.

Non dovrei dirlo, ma se la serie sterzo la dobbiamo sostituire, quindi buttare la vecchia, lavorando sapientemente di martello e scalpellino (non affilato) sia la ralla che le calotte vengono via abbastanza facilmente.

…………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Le sospensioni.

Per le sospensioni, forcella e ammortizzatore posteriore, non sono necessari quasi mai attrezzi specifici. Solo buona manualità, esperienza e tanta attenzione nel rispettare la giusta sequenza.

La manutenzione ordinaria richiede solo una pompa ad alta pressione per le sospensioni che lavorano con l’aria.

4084 Attrezzi per la bicicletta 47

Se dobbiamo revisionare la parte che lavora ad aria l’unico attrezzo specifico è quello per la rimozione della valvola; per il resto poligonali e brugole.

4085 Attrezzi per la bicicletta 48

Per lavorare sulla parte idraulica servono chiavi a brugola, chiavi poligonali, una buona morsa (meglio se in legno), quasi sempre una pinza per anelli Seeger.

4086 Attrezzi per la bicicletta 49

Le siringhe per reimmettere l’olio nella giusta quantità sono specifiche, resistono agli elementi contenuti nell’olio. Per applicazioni una tantum possiamo sopperire con le normali siringhe in vendita in farmacia (quelle grandi, minimo 20ml) e poi le buttiamo.

…………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Cerchi, copertoni e raggi.

Partiamo dall’attrezzo fondamentale: la pompa da officina. Che deve essere sempre di ottima qualità e in grado di raggiungere agevolmente almeno le 9 atm.

4087 Attrezzi per la bicicletta 50

Deve avere un manometro, meglio se ha la doppia scala Bar/Psi.

4088 Attrezzi per la bicicletta 51

L’attacco alla valvola può essere a vite oppure con la classica levetta.

4089 Attrezzi per la bicicletta 52 4090 Attrezzi per la bicicletta 53

Lo standard delle valvole accettate deve essere sia per il tipo Presta che lo Schrader. O con doppio foro di ingresso oppure, come quello raffigurato in basso, con un pomello che consente l’utilizzo su diversi formati

4091 Attrezzi per la bicicletta 54 4092 Attrezzi per la bicicletta 55

Se qualcuno vuole approfondire le conoscenze sui diversi tipi di valvola usati per le camere d’aria da bici può dare una scorsa a questo articolo.

A pochi spiccioli è possibile comunque acquistare degli adattatori.

4093 Attrezzi per la bicicletta 56

Leve cacciacopertoni, meglio sempre averne in più e in diversa misura.

4094 Attrezzi per la bicicletta 57

In plastica (quelli in metallo rovinano i cerchi) e con l’uncino per agganciarli al raggio.

4095 Attrezzi per la bicicletta 58

Una scorta di pezze per bucature, preferibili le comode adesive e non quelle che usano il mastice (ma alla fine è solo preferenza personale) e un kit di pezze adesive per riparare (temporaneamente) un copertoncino tagliato.

4096 Attrezzi per la bicicletta 59

In realtà queste pezze per riparare velocemente non andrebbero in officina ma portate con sé in bici; però se leggendo questi articoli vi viene una irrefrenabile voglia di shopping, tanto vale sapere che esistono e che vale la pena acquistarle.

Un utile ed economico piccolo attrezzo è quello per smontare le valvole Presta, non tutte: solo quelle che lo consentono.

4097 Attrezzi per la bicicletta 60

Sono facilmente riconoscibili perché hanno una zona “schiacciata” appena sotto il tappo a vite

4098 Attrezzi per la bicicletta 61

A che serve smontare una valvola? Per due operazioni. Inserire il lattice nelle gomme tubeless e/o utilizzare delle prolunghe se sulla bici montiamo cerchi ad alto profilo e la lunghezza valvola è insufficiente.

Non ho un articolo su come si smonta la valvola o si inserisce una prolunga; approfitto di questo spazio per una veloce dimostrazione.

Per svitare useremo la parte chiusa dell’attrezzo.

4099 Attrezzi per la bicicletta 62 4100 Attrezzi per la bicicletta 63

A valvola rimossa diamo una occhiata alla prolunga, la cui zona filettata a vista andrà nel tubo svuotato dalla valvola appena rimossa.

4101 Attrezzi per la bicicletta 64 4102 Attrezzi per la bicicletta 65

Avvitiamo e se guardiamo l’immagine con attenzione vedremo un piccolo ingaggio sulla prolunga valvola. Li utilizzeremo il lato aperto del nostro miniattrezzo.

4103 Attrezzi per la bicicletta 66 4104 Attrezzi per la bicicletta 67

Prolunga avvitata.

4105 Attrezzi per la bicicletta 68

Adesso dobbiamo solo reinserire la valvola, stavolta ovviamente nella prolunga che ha la filettatura interna per accoglierla, sfruttando una altra volta la parte chiusa dell’attrezzo per stringere bene.

4106 Attrezzi per la bicicletta 69 4107 Attrezzi per la bicicletta 70

Fatto. Anche le valvole specifiche tubeless usano lo stesso sistema.

Altra operazione di manutenzione sulle ruote (intese stavolta nel loro insieme) è la centratura, sia radiale che laterale.

Per eseguirla servono anzitutto un buon centraruote e una dima per la campanatura.

4108 Attrezzi per la bicicletta 71 4109 Attrezzi per la bicicletta 72

Se date una occhiata all’indice dell’officina troverete diversi articoli che ne parlano, e trattano anche la più complessa operazione della raggiatura.

Attrezzi che però sono inutili se non abbiamo le chiavi per i nippli; che esistono in differenti fogge e soprattutto formati, perché la misura dei nippli non è standard e nemmeno il profilo.

4110 Attrezzi per la bicicletta 73

Qui per esempio due chiavi, una per la misura più comune da 3,3mm (la verde) l’altra a profilo stellare per alcuni nippli usati dalla francese Mavic.

4111 Attrezzi per la bicicletta 74

Esistono anche chiavi che comprendono più misure, una buona idea per spendere meno anche se la qualità non è eccelsa.

4112 Attrezzi per la bicicletta 75

In ogni caso oltre la 3,3 che è la misura più comune, altre che è possibile trovare sono la 3,23mm (in genere su ruote Dt Swiss), la 3,45mm, la 3,96mm; Shimano spesso ricorre a nippli da 3,75 o 4,4mm; Campagnolo sale fino a 5,5 e 6mm su alcune ruote, mentre Mavic è fedele al profilo stellare nei due formati da 5,5 e 7mm, almeno dalla media gamma a salire. Sicuramente ne ho saltato qualcuno: se me li segnalate io aggiungo…

Per i raggi dritti è necessario aggiungere un ulteriore attrezzo. Ha profili a taglio di differenti misure, serve a evitare la rotazione del raggio durante la tensionatura.

4113 Attrezzi per la bicicletta 76 4114 Attrezzi per la bicicletta 77

Un utile attrezzo è un bit per lavorare sui nippli dall’interno del cerchio. E’ in vendita e non è economico. Questo in foto è autocostruito, in questo articolo troverete come fare.

4115 Attrezzi per la bicicletta 78

Se ormai siamo lanciati nell’assemblaggio della ruota o per un qualunque motivo ci serve conoscere esattamente la lunghezza di un raggio che abbiamo tra le mani, allora torna utile il righello per i raggi.

4116 Attrezzi per la bicicletta 79

Ha due asole in cui inserire la testa del raggio e scala in mm e pollici per conoscere la lunghezza

4117 Attrezzi per la bicicletta 80 4118 Attrezzi per la bicicletta 81

Ci troviamo misurando, questo in basso è un altro attrezzo autocostruito e rende agevole e rapido conoscere l’ERD di un cerchio. Anche in questo caso c’è un articolo che spiega cos’è l’ERD e come costruire questo attrezzo.

4119 Attrezzi per la bicicletta 82

Infine il tensiometro, per conoscere esattamente il valore dei tensione dei raggi.

4120 Attrezzi per la bicicletta 83

Ha un utile calibro che misura la dimensione del raggio; e una tabella che ci rimanda i corretti valori di tensione per lunghezza e larghezza e materiale di quel raggio.

4121 Attrezzi per la bicicletta 84 4122 Attrezzi per la bicicletta 85

…………………………………………………………………………………………………………………………………………….

Mozzi.

Ho preferito distinguere tra cerchi e raggi e i mozzi. Vero che tutti insieme concorrono a formare la ruota ma è altrettanto vero che la manutenzione ordinaria dei mozzi è operazione che possiamo svolgere facilmente, mentre la centratura o l’assemblaggio completo della ruota già richiedono un superiore livello di esperienza. Un ciclista può essere tranquillamente in grado di curare i mozzi ma, o perché non ha l’attrezzatura o perché semplicemente preferisce sia il meccanico a occuparsene, non provvedere in prima persona a centrare o campanare le ruote.

Se poi i mozzi sono a cuscinetti sigillati non dovrà, quasi mai, occuparsi nemmeno dell’ordinaria manutenzione di questi.

Sappiamo che i mozzi possono essere con tecnologia a coni e sfere o a cuscinetti sigillati. In quest’articolo trovate spiegate le differenze.

Nel caso di mozzi a coni e sfere ci servono le chiavi per i coni, che esistono in differenti misure: dalla 13 e fino alla 28. Da 13 a 17 copriremo la quasi totalità dei mozzi in giro.

4123 Attrezzi per la bicicletta 86

Sono caratterizzate dallo spessore estremamente ridotto, come si può vedere mettendo a confronto una chiave per mozzi da 17 con una poligonale di analoga misura.

4124 Attrezzi per la bicicletta 87 4125 Attrezzi per la bicicletta 88

Per alcuni mozzi Campagnolo più anziani, tutti quelli fino a 9v e alcuni a 10v, è meglio avere la chiave coni specifica della casa vicentina, ancora più sottile. Sia con mozzi Campagnolo che di altre case può succedere che siano necessarie anche una chiave a brugola da 2/2,5 e una da 5.

Alla serie di chiavi per coni possiamo affiancare per le emergenze anche una coppia di chiavi per coni polimisura, se magari per qualche motivo abbiamo l’esigenza di lavorare contemporaneamente sui due coni.

4126 Attrezzi per la bicicletta 89

Non sono quasi mai attrezzi di buona fattura ma sono economici (costano decisamente meno rispetto a una seconda serie di chiavi per coni) e servono più che altro a tenere fermo, lasciando alla “chiave buona” il lavoro duro.

Gli articoli sulla manutenzione dei mozzi a coni e sfere li ho sdoppiati: uno per il mozzo anteriore e l’altro per il mozzo posteriore.

Nel caso di cuscinetti sigillati la manutenzione è minima, di solito è preferibile la sostituzione. E’ possibile dare nuovo grasso, in questo caso di solito serve una chiave a brugola per rimuovere il cono di fermo e un ago per sollevare la palpebra che copre le sfere.

Alcuni sono anche registrabili, o agendo su un vero e proprio cono di spinta e quindi serve una chiave per coni; oppure con un attrezzo specifico offerto dal produttore del mozzo, come per esempio il caso di Mavic che usa una ghiera dotata di fori di ingaggio e che può essere più o meno serrata con l’attrezzo in foto.

4127 Attrezzi per la bicicletta 90

L’estrazione dei cuscinetti invece è operazione più complessa, ma spesso non richiede l’ausilio di attrezzi particolari. Come è possibile leggere in quest’articolo, l’asse può essere sfruttato come estrattore.

4128 Attrezzi per la bicicletta 91

Altrimenti dobbiamo ricorrere agli estrattori cuscinetti classici, a tubo o a martello secondo quanto suggerito dal produttore.

Per inserire i nuovi cuscinetti possiamo sfruttare una normale pressa oppure costruirne una noi con una barra filettata, dadi, rondelle e due elementi di spinta in legno. Il tutto è illustrato nell’articolo segnalato sopra.

4129 Attrezzi per la bicicletta 92 4130 Attrezzi per la bicicletta 93

In alternativa possiamo battere sfruttando il vecchio cuscinetto frapposto tra martello (in gomma) e cuscinetto nuovo; oppure ricorrere a un attrezzo sapientemente creato al tornio per essere perfetto per quella misura di cuscinetto.

4131 Attrezzi per la bicicletta 94

Può capitare che per arrivare ai cuscinetti sia necessario rimuovere prima il corpetto. Nella maggior parte dei casi servirà una chiave a brugola da 10, meglio se lunga sia per arrivare meglio in profondità e sia per assicurare leve sufficiente.

4132 Attrezzi per la bicicletta 95

Inoltre questa lunga chiave a brugola è perfetta, come vedremo nel prossimo articolo, per agire sulla vite di giunzione del sistema Ultra Torque.

Utile può rivelarsi, soprattutto lavorando su mozzi Campagnolo, la molla che tiene i cani chiusi e in sede. La abbiamo conosciuta in questo articolo.

4133 Attrezzi per la bicicletta 96

Infine un altro attrezzo che non dovrebbe mancare a chi vuole curare i mozzi a coni e sfere, che hanno sovente i cuscinetti sciolti e non ingabbiati, è un calibro per conoscere l’esatta misura delle sfere.

4134 Attrezzi per la bicicletta 97

Soprattutto con i mozzi più vecchi non abbiamo la possibilità di accedere ai dati tecnici e ricavare da lì la misura dei cuscinetti da acquistare per la sostituzione. Col calibro facciamo da soli, quello raffigurato in foto è sul righello per raggi Park Tool visto prima.

…………………………………………………………………………………………………………………………………………….

I freni.

Esistono molte tipologie di freno, ma dovendo occuparci solo degli attrezzi e non delle loro caratteristiche possiamo ricondurre il tutto a due famiglie: freni a tacchette e freni a disco. In quest’ultimo caso faremo una ulteriore distinzione tra impianti meccanici e idraulici.

I freni a tacchette, ossia caliper, cantilever, V-Brake e U-brake richiedono pochissimi attrezzi per la loro manutenzione. Chiavi a brugola, Torx e poligonali, visto che alla fine si tratta per lo più di regolare solo le tacchette, per la tensione basta sfruttare gli apposito registri.

Anche la regolazione delle tacchette non vuole attrezzi specifici, ma se proprio vogliamo renderci la vita più semplice rispetto alla procedura indicata in quest’articolo per rendere le tacchette convergenti, possiamo ricorrere a una pinza che provvede a tutto, altezza, allineamento e convergenza.

4135 Attrezzi per la bicicletta 98 4136 Attrezzi per la bicicletta 99

Anche questa piastrina svolge la stessa funzione, seppure è un poco più scomoda da usare.

4137 Attrezzi per la bicicletta 100 4138 Attrezzi per la bicicletta 101

Magari aiutandosi con la terza mano, ossia una molla sagomata che tiene il freno chiuso.

4139 Attrezzi per la bicicletta 102 4140 Attrezzi per la bicicletta 103

Altrimenti la vecchia cara carta di credito scaduta o una molla, come abbiamo visto nell’articolo segnalato sopra.

La pinza tendifilo è invece molto più pratica.

4141 Attrezzi per la bicicletta 104

Non solo perché tende con facilità ma soprattutto perché, grazie alla cremagliera col suo fermo, mantiene il cavo bloccato in tensione, lasciandoci agio di lavorare con tutte e due le mani, non più impegnate ad assicurare tensione durante le regolazioni.

4142 Attrezzi per la bicicletta 105 4143 Attrezzi per la bicicletta 106

Sempre nell’articolo segnalato sopra è possibile vederla in azione; e comunque nell’indice officina c’è ampia letteratura sugli impianti freno.

Una tagliaguaina di buona qualità è necessaria per un taglio pulito, senza schiacciamenti.

4144 Attrezzi per la bicicletta 107

La caratteristica è avere le lame curve.

4145 Attrezzi per la bicicletta 108

Ma anche usando la miglior tagliaguaina è facile che il tubo in teflon interno si schiacci ugualmente. Alcune tagliaguaine hanno un piccolo puntale sul corpo della pinza che serve a rifilare il foro.

Altrimenti possiamo costruirci da soli un semplice bulino, avendo cura di dare una molata alla punta per stondarla, ché se sfugge di mano ci facciamo male.

4146 Attrezzi per la bicicletta 109 4147 Attrezzi per la bicicletta 110

Qui in basso vediamo una guaina dove il tubo interno in teflon è schiacciato.

4148 Attrezzi per la bicicletta 111

Inseriamo il bulino…

4149 Attrezzi per la bicicletta 112

…e rifiliamo.

4150 Attrezzi per la bicicletta 113

Sconsiglio di usare la tagliaguaina anche per tagliare i cavetti; meglio una tronchese normale. E ci troviamo tagliando, vediamo un semplice trucco per avere sempre tagli netti, senza che le spirali si aprano.

Avvolgiamo il cavetto con qualche giro ben stretto di nastro da elettricista.

4151 Attrezzi per la bicicletta 114

Tagliamo giusto al centro del nastro.

4152 Attrezzi per la bicicletta 115 4153 Attrezzi per la bicicletta 116

Ed ecco un taglio netto, preciso e pulito.

4154 Attrezzi per la bicicletta 117

Passando agli impianti a disco, molto utile l’attrezzo per raddrizzarli.

4155 Attrezzi per la bicicletta 118

Se invece il disco lo dobbiamo rimuovere ci servirà una chiave Torx T25 se è il sistema a bulloni.

Se abbiamo i dischi che sfruttano l’attacco centerlock ci sono due possibilità, che per comodità definiremo centerlock interno e centerlock esterno.

Quello interno ha la ghiera con ingaggio uguale a quello dei pacchi pignoni Shimano, quindi useremo una chiave per ghiere.

4156 Attrezzi per la bicicletta 119 4157 Attrezzi per la bicicletta 120

Quello esterno (che si usa su mozzi con asse maggiorato) ha la ghiera con uguale ingaggio alle calotte movimento Shimano di ultima generazione e quindi useremo la stessa chiave delle calotte.

4158 Attrezzi per la bicicletta 121 4159 Attrezzi per la bicicletta 122

Un distanziatore delle pastiglie è comodo con impianti idraulici, inutile con impianti a comando meccanico.

4160 Attrezzi per la bicicletta 123 4161 Attrezzi per la bicicletta 124

In mancanza e se vogliamo tenere le pastiglie distanziate, una rondella da 40mm è perfetta, sia per dimensione che spessore.

A proposito di impianti idraulici; l’operazione classica di manutenzione, oltre la sostituzione delle pastiglie che però non richiede attrezzi specifici (chiave a brugola o Torx e una pinza a becchi dritti) è lo spurgo. In commercio è facile trovare dei kit completi.

4162 Attrezzi per la bicicletta 125

Il taglio dei tubi idraulici, se l’impianto dobbiamo farlo noi, richiede sempre una tronchese apposita, non va bene quella che usiamo per le guaine.

4163 Attrezzi per la bicicletta 126

……………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Termina qui la prima parte, che potreste aver trovato completa o deficitaria a seconda di cosa cercavate.

La prossima volta vedremo gli attrezzi per aver cura della trasmissione, e lì, tra ruote libere, movimenti centrali e pignoni c’è da sbizzarrirsi.

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un commento oppure clicca sul pulsante “Mi piace”. Puoi condividerlo con i tuoi amici sui tuoi social o inviarlo loro via email, basta un clic sui pulsanti in basso. E se vuoi essere sempre aggiornato su ogni nuova pubblicazione non dimenticare di iscriverti al blog.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore. Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.

COMMENTS

  • Luigi

    Mettere le mani sulla mia bicicletta è una operazione che mi piace moltissimo per l’attenzione che riesco ad avere per ia mia compagna di viaggio e per il piacere che provo a cavalcare una bicicletta silenziosa, scorrevole e sicura. L’articolo adesso letto completo di foto aumenta la mia sicurezza nel lavorare alla manutenzione ordinaria del mio mezzo di piacere/trasporto. Cimentarsi nell’assemblaggio di una ruota non fa per me ma comprerò al più presto una pinza taglia guaina, una molla sagomata per tenere chiusi i freni ed una pinza per regolare le tacchette, piccoli strumenti di grande aiuto. Grazie.

    • Elessarbicycle

      Ciao Luigi, sono contento che questo primo articolo sia utile; lo scopo non è indicare cosa acquistare ma mostrare cosa esiste. Poi ognuno deciderà se dotarsi di quel dato utensile a seconda delle personali esigenze.
      Per questo non mi sono limitato all’indicazione dell’attrezzo ma ho cercato di mostrarlo anche in azione (con qualche immagine o i link degli articoli dove li utilizzo), altrimenti dire “pinza per le tacchette” e basta, senza spiegare o mostrare a cosa serve alla fine non aiuta la comprensione.
      Alcuni attrezzi li ho mostrati solo per far vedere che esistono, comprarli sarebbe follia per noi ciclisti normali; ma almeno uno sa che è possibile fresare il tubo sterzo o la scatola movimento, e chiedere il lavoro in officina professionale.

      Fabio

  • Igor

    Buondì, una domanda sulla dinamometrica.
    Dalle foto che vedo mi pare il modello che viene venduto spesso nei negozi online “marchiato” con vari brand, tipo BBB Mighty ecc., pure Rose se non erro.
    Senza farla lunga, la consiglieresti? Taluni si lamentano che a basse coppie di serraggio il click praticamente non si sente e son riusciti a spannare la vite del reggisella (ok, ci vuole anche un certo grado di “ingenuità” a non rendersi conto che si sta esagerando con la coppia in un punto che non ne richiede poi tanta).

    • Elessarbicycle

      Ciao Igor, hai visto bene.
      Io la uso da parecchio, mai un problema. Del resto è in assoluto uno dei modelli più venduti, se creasse tanti problemi dubito che in tanti la offrirebbero.
      Il disinnesto si avverte netto, messa a confronto anche con altre chiavi è risultata precisa, francamente non so che pensare. Anche perché per rovinare le filettature bisogna applicare una forza notevole. Credo che piuttosto siano stati quelli che l’hanno usata ad aver sbagliato qualcosa.

      Fabio

  • Davide

    Ciao. Hai idea dove posso trovare l’adattatore schrader/presta col pomello?

    • Elessarbicycle

      Ciao Davide, in che senso “col pomello”? E’ una semplice vite cava, non mi è chiaro.

      Fabio

      • Davide

        Hai scritto “oppure, come quello raffigurato in basso, con un pomello che consente l’utilizzo su diversi formati”: sai dove acquistare quell’adattatore?

        • Elessarbicycle

          Ah ecco; non è un adattatore separato: quella è l’uscita di una pompa. L’adattatore è la vite che si innesta sulle pompe.
          Comunque diversi produttori, sks per esempio, vendono il loro ugello plurivalvola come ricambio. Però ha diametro per il loro tubo, ovviamente.

          Fabio

Commenta anche tu!