Carradice Barley e Bagman

Una altra borsa da sella, ancora una Carradice; di volume ben superiore alla Bingley Mono vista sul blog; e faremo conoscenza con un accessorio sempre della casa inglese che trovo utile quando ricorriamo a borse da sella di grande capacità: il Carradice Bagman.

Partiamo dalla borsa, una Carradice Barley da ben nove litri di capacità e con misure rilevate di 15x15x28 cm e un peso di 550 grammi. Che non è poco ma giustificato oltre che dalle dimensioni anche dalla qualità, e quindi spessore, sia del cotone che del cuoio usati. Verde quella che vedremo oggi, ma è disponibile anche nera.

6126 Carradice Barley e Bagman 01

Facile intuire che non è la solita borsetta da sella in cui riporre camera, minitool e qualche altra piccola cosa. Con una tale capienza utile, ben sfruttabile perché la borsa non è rigida, ci si fa entrare il necessario per una giornata intera sui pedali, dal pranzo a un libro da leggere godendosi la pace di qualche zona tranquilla. E se si è minimalisti a sufficienza, questa borsa basta da sola per un fine settimana a zonzo durante la bella stagione.

Per gli oggetti più piccoli e che è necessario siano subito raggiungibili ci sono due tasche laterali con una ampia patta e chiusura con cinturino in cuoio. Sulla sommità della borsa una serie di anelli permette l’ancoraggio di oggetti leggeri e voluminosi, per esempio una giacca o una felpa.

6127 Carradice Barley e Bagman 02 6128 Carradice Barley e Bagman 03

Sulla zona frontale abbiamo una asola di cotone a cui poter assicurare una lucetta a clip, l’ovale in metallo con il nome del produttore e più sopra il logo della casa, stampato su materiale riflettente.

6129 Carradice Barley e Bagman 04 6130 Carradice Barley e Bagman 05

Il retro propone alla vista i sistemi di aggancio.

6131 Carradice Barley e Bagman 06

Abbiamo due cinghiette che notiamo fare capolino dai fori di alloggiamento e una cinghietta più piccola che serve ad assicurare la borsa al reggisella.

6132 Carradice Barley e Bagman 076133 Carradice Barley e Bagman 08

Due anelli a D alle estremità servono a collegare una cinghia per il trasporto in spalla. Che non è fornita di serie e forse, visto il costo della borsa, uno sforzo lo si poteva fare; è acquistabile a parte, anche nello shop online ufficiale, ed è consigliabile se si pensa di usare la borsa staccata dalla bici perché maniglie non ce ne sono.

6134 Carradice Barley e Bagman 09

Una volta aperta oltre al tanto spazio disponibile notiamo il caratteristico bastone in legno che funge da rinforzo per le cinghiette di ancoraggio alla sella. In pratica si fanno passare le due cinghiette negli occhielli della sella (per le selle che ne sono provviste), le si inserisce di nuovo nella sella e poi si chiudono con le fibbiette. La terza cinghietta in basso la fisseremo al reggisella.

6135 Carradice Barley e Bagman 10 6136 Carradice Barley e Bagman 11 6137 Carradice Barley e Bagman 12 6138 Carradice Barley e Bagman 13

Questo almeno il sistema che preferisco io, perché così facendo le fibbie spariscono alla vista all’interno della borsa e lo trovo più gradevole esteticamente. E’ un poco più laborioso togliere e mettere la borsa col mio sistema, è vero; per questo chi si trova a sganciarla spesso preferisce lasciare le fibbie all’esterno. Oppure ricorrere a un utile accessorio: il Bagman.

6139 Carradice Barley e Bagman 14

Che ha duplice funzione: fungere da appoggio per la borsa e rendere possibile il suo ancoraggio alle selle sprovviste di occhielli. In questa versione QR inoltre abbiamo una ulteriore comodità: sganciamo la borsa con due dita, un attimo.

Come vediamo in basso, questo Carradice Bagman si compone di una struttura di supporto in tondino d’acciaio; di una altra struttura, quella nera, da fissare al carrello della sella allentando prima e poi serrando la grossa brugola centrale; e infine di due asole a cui fissare la borsa.

6140 Carradice Barley e Bagman 15 6141 Carradice Barley e Bagman 16 6142 Carradice Barley e Bagman 17 6143 Carradice Barley e Bagman 18

In questa versione a sgancio rapido, capovolgendo il supporto vediamo le molle e i due piccoli perni per aprire velocemente le asole destinate alle cinghiette e rimuovere la borsa.

6144 Carradice Barley e Bagman 19

Qui in basso, in dettaglio, posizione aperta e chiusa.

6145 Carradice Barley e Bagman 20 6146 Carradice Barley e Bagman 21

Un altra comodità del Bagman è il suo essere scomponibile.

6147 Carradice Barley e Bagman 22

Basta allentare le due brugole poste di lato.

6148 Carradice Barley e Bagman 23 6149 Carradice Barley e Bagman 24

Ed è possibile liberare il sostegno della borsa che, come si vede in dettaglio, ha una lavorazione per la battuta delle brugole di ritegno.

6150 Carradice Barley e Bagman 25 6151 Carradice Barley e Bagman 26

Il vantaggio pratico è poter usare solo il sistema a sgancio rapido se abbiamo anche una borsa da sella più piccola, e quindi è inutile ricorrere all’ingombrante supporto.

Il fissaggio al carrello della sella richiede pochi secondi, basta allentare la grossa brugola vista prima, inserire nel carrello e stringere. L’unica accortezza è assicurarsi che la nostra sella abbia spazio libero sufficiente.

6152 Carradice Barley e Bagman 27

Per assicurare la borsa al Bagman la Carradice ha previsto di serie un ulteriore sistema composto da una staffa in plastica e due fascette.

6153 Carradice Barley e Bagman 28

In pratica si tratta di rimuovere le cinghiette in cuoio, poggiare la staffa in plastica al loro posto e assicurarla con le fascette in dotazione.

6154 Carradice Barley e Bagman 29 6155 Carradice Barley e Bagman 30

La staffa in plastica ha due fori per farvi passare i perni dello sgancio rapido del Bagman; questo sistema ha l’indubbio vantaggio di accrescere la velocità delle operazioni di aggancio e sgancio. Però è bruttino, a dire la mia.

Preferisco di gran lunga perdere un poco di tempo ma servirmi delle cinghie in cuoio; che si deformano, vanno inserite con attenzione facendo scorrere un perno alla volta ma sono decisamente più graziose della plastica.

Regolarle a misura è molto semplice, basta chiuderle prima di montare la borsa creando lo spazio necessario infilando una penna.

6156 Carradice Barley e Bagman 31 6157 Carradice Barley e Bagman 32

Purtroppo col Bagman non è possibile usare la cinghietta di serie, quella dedicata al reggisella: troppo corta. Due possibilità: acquistiamo una cinghietta più lunga (le versioni da 28 o 33,5cm in vendita nello shop ufficiale Carradice vanno bene) oppure ricorrere alla cintura in nylon in dotazione. Oppure ancora limitarsi a fissare la borsa a un solo braccio del supporto, tanto non si sposterà.

6158 Carradice Barley e Bagman 33 6159 Carradice Barley e Bagman 34

Una ulteriore soluzione è avvolgere la parte bassa del Bagman con la cinghia in nylon e a questa assicurare quella in cuoio. Francamente non so decidermi se è più brutto usare solo la cinghia in nylon o le due insieme.

E’ davvero utile questo Carradice Bagman? Di utile su una bici esiste solo ciò che è necessario a farla muovere; diciamo che è molto comodo, soprattutto su telai di taglia piccola. Come potete vedere nella foto in basso ecco cosa accade montando la borsa da sola su un telaio 500×535.

6160 Carradice Barley e Bagman 35

Ed ecco invece la stessa borsa e lo stesso telaio che ricorrono all’ausilio del Bagman.

6161 Carradice Barley e Bagman 36 6162 Carradice Barley e Bagman 37 6163 Carradice Barley e Bagman 38 6164 Carradice Barley e Bagman 39

Estetica a parte, l’unica situazione in cui si rivela indispensabile è quando si pedala con un avanzamento sella piuttosto accentuato. Collegando la borsa al tubo reggisella questa si avvicina troppo, creando possibile interferenza con il retro della coscia durante la pedalata. Il Bagman la allontana eliminando il problema.

Quella vista è una delle varie versioni del Bagman, in particolare la QR Sport; indicata per le borse Carradice Barley, Junior, Lowsaddle Longflap e Pendle restando in gamma Originals della casa. Le più voluminose Cadet, Camper Longlap, College, Nelson e Nelson Longflap richiedono il Bagman Expedition. Inoltre sia lo Sport che l’Expedithion esistono anche in versione priva di sistema QR.

Qualunque sia la versione Bagman scelta la casa dichiara una portata massima di 10kg.

Per ogni altra curiosità potete consultare il sito della Carradice, dove è possibile oltre conoscere i diversi modelli, acquistarli o acquistare accessori e ricambi.

Non sono mai prodotti economici quelli proposti da Carradice. A scorrere i prezzi di listino si potrebbe restare sconcertati. Ma una Carradice è fatta per durare, col suo tenace cotone impermeabilizzato e il cuoio spesso e robusto. La serie Originals ha un fascino che da sola vale il prezzo, una gamma di varianti in grado di accontentare chiunque tranne lo sportivo che vuole leggerezza; infatti non monto una Carradice sulla ammiraglia da corsa, la monto (montavo, sorry) su Elessar.

Forse il Bagman è possibile considerarlo caro, ma al momento è rimasta l’unica opzione come supporto borsa, gli altri, diffusi negli anni ’60 e ’70, sono spariti.

Quando creerò una nuova Elessar, che verrà il punto è solo quando, è probabile lo userò.

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un commento oppure clicca sul pulsante “Mi piace”. Puoi condividerlo con i tuoi amici sui tuoi social o inviarlo loro via email, basta un clic sui pulsanti in basso. E se vuoi essere sempre aggiornato su ogni nuova pubblicazione non dimenticare di iscriverti al blog.

COMMENTS

  • Questa Bagman rappresenta una valida alternativa a chi, come me, ha necessità di carico “sporadiche” e non vuole appesantire perennemente la bici con portapacchi fissi.
    Resta comunque la variabile della “capacità di carico” rispetto ad un semplice portapacchi e anche/sopratutto, il costo.

    Daniele

    • Elessarbicycle

      Dipende; deve essere usato in abbinata alla borsa fissata ai supporti, mai come semplice portapacchi altrimenti il carico sarebbe troppo a sbalzo esercitando leva eccessiva. Il lavoro lo fanno gli attacchi, il tondino di supporto è solo supporto non piano di carico.

      Con borsa apposita e bagman si superano facilmente i 130 euro, una spesa eccessiva. Il bagman senza la sua borsa serve a poco. Per piccoli e saltuari trasporti meglio soluzioni più economiche e rapide. E poi un portapacchi classico sono quattro brugole, un minuto montarlo.

      Fabio

  • Ciao Fabio. Come sai uso da tempo diverse Carradice e ne sono pienamente soddisfatto. Se mi permetti, per prima cosa secondo me sono veramente differenti dalle altre. E non mi riferisco esclusivamente alle Originals in tela di cotone. Ma anche alle altre. E´una delle poche marche che conosco che va per la sua strada e basta.
    Per i prezzi, non mi pare siano poi cosí costose se fatti i paragoni con tanti prodotti sul mercato. Alcune sono addirittura convenienti. Vedi la 6-7 Litri Carradura Maxi Saddlepack.
    Sulla Barley, credo che sia una delle piú vendute. Difficilmente un Carradicer non la possiede.
    Qualche considerazione. Il sistema d´aggancio rapido che hai serve soprattutto per quelle selle (Brooks comprese) sprovviste di passanti.
    Il Bagman inoltre é necessario per evitare che la borsa, soprattutto in fuorisella, ondeggi fastidiosamente. Inoltre mantiene la borsa alla giusta inclinazione.
    Il lacciolo usato per il tubo reggisella (senza Bagman) é di fatto inutile col bagman. Anche se allacciato se si prende un ondeggiamento permette che la borsa ondeggi verso l´alto dato che i due “ferri” del bagman verso l´alto si restringono. Io ho tolto il lacciolo (anche quello in dotazione per me serve a poco) e ho risolto facendo passare i passanti della chiusura della tasca principale della borsa dall´esterno del ferro. Cosí ho due ulteriori punti di ancoraggio nella parte bassa.
    Un prodotto unico e ottimo, completamente impermeabile (lo so, non sembrerebbe) anche sotto un monsone e destinato a diventare sempre piú bello invecchiando.

    • Elessarbicycle

      Ciao Franz, interessante il tuo sistema di ancoraggio; nulla vale più dell’esperienza, sempre.
      Non indirizzo il bagman invece solo per chi ha selle sprovviste di passanti; per loro è obbligatorio (ma esistono anche decine di altri sistemi per creare gli occhielli, non solo proposti da Carradice) però è una gran comodità, la versione con QR intendo, per chi la borsa ha necessità di sganciarla spesso ance sa ha una sella con occhielli.
      Pensa a chi usa la bici anche per andarci al lavoro o deve riporvi l’attrezzatura fotografica; arrrivi, leghi la bici, sganci la borsa in un attimo e te la carichi in spalla, comprando a parte la cinghia però.

      Fabio

Commenta anche tu!