Campanello, tappi manubrio e cinghie portatutto Gearoop

Introduzione

Gearoop è un marchio che avete imparato a conoscere su queste pagine. Ho recensito molti loro prodotti perché tutto nacque dalla mia curiosità di scoprire il portapacchi Luggage 2.0 e il cavalletto da pedale; ma ogni volta nel pacco trovavo sempre più cose di quelle chieste.

Come successo l’ultima volta, quando ho chiesto un supporto per smartphone il più minimale possibile per il test del rullo Elite e il sempre cortese Stan ci ha infilato un campanello minuscolo, una coppia di tappi manubrio in alluminio e due utilissime fasce elastiche per assicurare alla bici qualunque cosa; più o meno.

I tappi manubrio sono carini e disponibili con molte grafiche e, viste le capacità produttive, sarebbe assai carino se qualche azienda di bici se li facesse fare col proprio logo. Per esempio Bianchi vende come spare parts i cable tips nel classico celeste Bianchi.

Il campanello è un oggettino troppo simpatico; dimensioni ridottissime, differenti colori e diversi sistemi di attacco. Il mio preferito è quello a morsetto ma questo a cinghia è più pratico.

Non mi aveva colpito più di tanto la presenza della Trasformers Mount SuperBand, una coppia di fasce elastiche solidali per assicurare al telaio o al reggisella piccoli oggetti. La guardavo e mi dicevo “beh si, ma che ci faccio?”.

E invece è finita in pianta stabile nel mio borsino sottosella, perché il loro unico limite è la nostra fantasia. Mi è capitato di usarla per una miriade di cose, dal telefono alla pompa, senza perdermi nulla, nemmeno in fuoristrada. Grazie alla coppia di elastici supplementari le potenzialità di sfruttarla diventano assai più ampie e alla fine, come spesso mi accade, l’iniziale perplessità si è trasformata in allegra convinzione.

Perché alla fine io con le bici ci gioco, mi divertono le cose strane che alcuni si inventano e se c’è una cosa che a Gearoop proprio non manca è la fantasia; oltre una qualità delle lavorazioni impeccabile. Non dimentichiamo le belle luci a led per Quick Release, che, seppure con differente montaggio, sono finite pure sulla mia Elessar. La finitura in tinta col telaio è stata una mia aggiunta 😀

Ma soprattutto uso una bici ogni giorno, o almeno ogni giorno in cui non sono costretto a desistere per qualche acciacco (e sembra che da qualche mese non riesca a trovare un momento di pace…) e ogni piccolo o grande accessorio che aiuta nel quotidiano o abbellisce la nostra compagna a pedali mi intriga sempre.

Vediamo allora come sono fatti questi ulteriori simpatici oggettini che mi ha inviato Gearoop.

Sono Fabio Sergio, giornalista, avvocato e autore.
Vivo e lavoro a Napoli e ho dato vita a questo blog per condividere la passione per la bici e la sua meccanica, senza dogmi e pregiudizi: solo la ricerca delle felicità sui pedali.
Se l’articolo che stai leggendo ti piace, condividilo sui tuoi social usando i pulsanti in basso. E’ facile e aiuti il blog a crescere.

COMMENTS

Commenta anche tu!