100 Km

Il traguardo dei cento chilometri in una uscita è sempre ambito da chi si è avvicinato da poco alla bici da corsa. Di per sé non una distanza proibitiva se la svolgi in pianura e con passo turistico. Se invece con sadismo aggiungi un paio di salite dure, qualche vallonato non proprio agevole e menti sulle difficoltà del percorso allora il tapino di turno può ritenersi soddisfatto nell’aver centrato l’obiettivo.

6938 100km 01

In realtà i chilometri sono stati più dei quasi 108 totalizzati perché in cima a una salita mi sono fermato ad attendere il buon Antonello e il ciclocomputer si è spento. Io mi sono dimenticato di riavviarlo al momento di ripartire e quindi, a occhio, i chilometri in totale sono più di 120. Ma non glielo ho detto 😀

Non siamo usciti con l’idea di far abbattere questo limite ad Antonello. Siamo usciti e basta, poi strada facendo mi sono detto che ce la poteva fare. Sia perché nelle precedente uscita ne abbiamo totalizzati di più ma non certificati ché su Elessar non monto ciclocomputer e pure la Bianchi Nirone di Antonello ne è sprovvista; e sia perché volevo eliminare questo limite psicologico.

In bici, lo dico sempre, conta la testa ben più delle gambe. Se sali in sella pensando che un certo traguardo è per te irraggiungibile puoi essere certo che non lo taglierai mai. Se invece sei convinto di potercela fare: non importa come, pure con la lingua di fuori e steso sul manubrio, ce la fai.

Avergli fatto vedere che la soglia psicologica dei 100 km è affrontabile è un passo avanti nel godersi la bici, senza troppi patemi.

6939 100km 02

E il sorriso soddisfatto di Antonello quando gli ho detto che la barriera era infranta mi ripaga abbondantemente.

6940 100km 03

Colpa mia se fino ad ora non lo avevo spinto su distanza più lunghe e percorsi più difficili. Mi ricordo sempre che durante una delle primissime uscite, quando allungai la distanza e aumentai il livello di difficoltà, Antonello cadde. Un errore di guida causato dalla stanchezza, dalla mancanza di lucidità. Di cui mi ero accorto e sbagliai a non fermarlo. Certo, non siamo ragazzini, ma quello che pedala da sempre sono io; mio il dovere di fargli da guida, mio l’errore che ha causato la sua caduta. L’errore di non averlo fermato quando era evidente la stanchezza, che io avevo riconosciuto e lui, giustamente inesperto, no. Non me lo sono mai perdonato.

Vabbè, ora può godersi il riposo.

6941 100km 04

Ma solo oggi, domani recupero, lunedì alzo ancora il livello. Più chilometri e più salite: ne farò un ciclista… 😀

………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un commento oppure clicca sul pulsante “Mi piace”. Puoi condividerlo con i tuoi amici sui tuoi social o inviarlo loro via email, basta un clic sui pulsanti in basso. E se vuoi essere sempre aggiornato su ogni nuova pubblicazione non dimenticare di iscriverti al blog.

COMMENTS

  • Lorenzo

    Bravi ragazzi…….
    peccato esser lontani sennò mi aggregavo 🙂
    anch’io devo riuscire a fare 100 km in un giorno (la mia paura è un legamento debole e la paura che mi si infiammi)
    Devo riconoscere però che una volta tornavo con la gamba dolorante ora torno con le terga doloranti, un evidente miglioramento c’è!
    Questa settimana che sono in vacanza sono riuscito a fare 133 km in 4 uscite, (55 +14 + 25 + 39 ) molto per me.
    Il mio record personale fatto nel 2015 fù di ca. 90 km in una giornata però mi si infiammò il legamento, vidi la Madonna e gli ultimi km dovetti farli a piedi con dolori allucinanti e un recupero durato ca due mesi.
    Secondo tentativo ca. 70/75 km stessa solfa.
    Quest’anno sto facendo più uscite possibile con limite max 55/60 km.
    Peccato che le ferie sono finite……
    Fabio iscriviti e utilizza Strava così mi fai da allenatore via Web 🙂

    • Elessarbicycle

      Ehhhh Lorenzo, io non so usare il computerino da 5 euro mi vuoi mettere con strava? Comunque ho apprezzato la tenacia di Antonello, anche se sono sicuro me lo rinfaccerá per giorni. Per i tuoi dolori invece sono sicuro che Gitana rimedierà.

      Fabio

  • Lorenzo

    Comunque anno 2015 ca 1100 km
    per il 2016 vorrei fare almeno 1300 km
    Numeri modesti, ma per il poco tempo a disposizione per me molti…..
    e mi sto attrezzando

  • Lorenzo

    Sfrutta Antonello per Strava
    prova ad andare a curiosare è veramente bello
    fidati

  • Giovanni

    Fabio, che tempo avete impiegato più o meno per percorrere la distanza fatidica?Te lo chiedo per farmi un’idea per quando dovrò affrontare io questa bella sfida.

    • Elessarbicycle

      Poco meno di 5 ore, compreso sosta al bar per (doppia) colazione. Considerato i chilometri in salita, quindi ad andatura più lenta, nel complesso non è stato un passo da buttare per un ciclista poco allenato. Se solo imparasse a starmi a ruota farebbe assai meno fatica e potrei tenere una andatura più alta. Almeno quando usciamo per pedalate sportive. Quelle turistiche come la volta scorsa è tutta una altra storia, si pedala, si chiacchiera, si cazzeggia insomma. Però si fanno lo stesso tanti chilometri 😀

      Fabio

Commenta anche tu!